Spaccio nelle palazzine. Marito e moglie in manette: facevano il “droga-express”

Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Afragola hanno arrestato Marino Pasquale 57enne e Maione Nunzia, 56enne per il reato di spaccio e detenzione  di sostanze stupefacenti in concorso tra loro. I poliziotti, al fine di contrastare il dilagante fenomeno di spaccio di droga nella zona IACP di Caivano, hanno effettuato un servizio di appostamento che ha permesso di individuare e accertare le modalità con le quali il Marino gestiva la piazza di spaccio, effettuando delle consegne a domicilio su richiesta dei vari acquirenti.

Infatti il 57enne dopo aver ricevuto la telefonata dall’acquirente partiva con il suo motociclo per la consegna, telefonicamente pattuita. Marino Pasquale è stato bloccato a bordo del suo scooter dai poliziotti mentre stava effettuando la solita consegna  ad un giovane,  il quale,  alla vista degli agenti riusciva a scappare.

Gli agenti hanno effettuato un controllo presso la sua abitazione, dove è stata  bloccata la moglie, la quale alla vista dei poliziotti, ha tentato di allontanarsi frettolosamente con due borselli. I poliziotti hanno rinvenuto all’interno dei due borselli , 137,70 grammi di marijuana divisi in 62 involucri, un bilancino elettrico di precisione e 40 euro.

I due coniugi sono stati arrestati e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria accompagnati, in regime degli arresti domiciliari, presso la loro abitazione, in attesa del processo on rito per direttissima che si terrà domani mattina.