Terremoto Messico
Terremoto Messico

Una scossa di terremoto di magnitudo 7 ha colpito il Messico. Il sisma, secondo l’Istituto geofisico statunitense (Usgs), è durato circa un minuto ed stato registrato quattro km a est di Los àrganos de San Agustn (sudest), nello Stato di Guerrero, alle porte di Acapulco. L’ipocentro è stato individuato ad una profondità di 12,6 km. Enorme la paura dei residenti, che hanno abbandonato le proprie case e si sono riversati in strada. Distrutti interi negozi e alcuni palazzi. L’ultimo evento sismico importante in Messico risale al 19 settembre 2017, quando un terremoto di magnitudo 7,1 provocò la morte di 369 persone.

Il governatore dello stato di Guerrero, Hector Astudillo, ha riferito all’emittente Milenio della morte di un uomo, travolto dalla caduta di un traliccio a Coyuca de Benitez e di danni materiali alle strutture. La scossa è stata avvertita a Città del Messico, situata a circa 300 chilometri di distanza dalla zona dell’epicentro: il sindaco Claudia Sheinbaum ha riferito su Twitter di segnalazioni relative a gravi danni materiali. A seguito della scossa il National Tsunami Warning Centre americano ha lanciato l’allarme per la possibilità di un’onda anomala sulla costa pacifica di Guerrero. L’allarme è stato poi revocato.

I danni ai palazzi

Il terremoto di magnitudo non avrebbe provocato danni gravi: lo ha detto il presidente del Paese Manuel Lopez Obrador, secondo quanto riporta l’emittente Cnbc. «Fortunatamente non ci sono stati danni gravi» nello Stato di Guerrero o in quelli limitrofi». Il sisma, ha precisato, ha danneggiato i muri di alcuni palazzi. Acapulco si trova a circa 375 km dalla capitale Città del Messico.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.