Comparirà probabilmente oggi davanti al gip per la convalida del fermo G.R.35 anni, incensurato,  nipote del boss defunto Francesco Verde. E’ stato arrestato dai carabinieri di Giugliano e dalla tenenza di Sant’Antimo dopo che nella tarda serata di domenica esplose 9 colpi di pistola contro un’auto parcheggiata sotto la sua abitazione.
Alla base del raid, però, pare non ci sarebbero motivi legati alla criminalità ma bensì questione di liti anche se l’ambito familiare del fermato non fa escludere nulla. I colpi di pistola sono stati esplosi contro una Peugeot 308. Nitido il rumore dei proiettili esplosi, sentito dagli abitanti di via Vergara, una strada nei pressi del cimitero consortile, ai confin icon Casandrino. Non c’è stato nessun ferito. Illeso il conducente, di 44 anni.

LA DINAMICA

L’uomo ha visto l’auto del 44 enne in sosta sotto casa, ha preso l’arma ed ha esploso i 9 colpi. Sul posto i carabinieri, sono scattate le manette e lo stato di fermo in attesa della convalida da parte del magistrato.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.