Ha ucciso la sua amante e ha messo il corpo dentro una valigia. Maxim Gareyev, 33 anni, laureato alla British University Open ha brualmente ammazzato la 24enne  Ekaterina Semochkina, che lavorava come fashion blogger, dopo che la donna ha criticato le sue performance sessuali.

L’uomo, di Mosca, è stato condannato a 9 anni di carcere dopo che il corpo della ragazza è stato trovato in una valigia con un vistoso taglio alla gola. Maxim ha confessato di averla uccisa perché in preda a un raptus di rabbia dovuto al fatto che la 24enne avrebbe offeso la sua virilità dopo essere stati a letto insieme. A trovare il corpo della ragazza, come riporta anche il Daily Mail sono stati i genitori, che hanno fatto il possibile per salvarla senza però riuscirci.

Ekaterina  faceva la fashion blogger, ma era anche un medico, da poco laureatasi con il massimo dei voti. Amava la vita lussuosa, per questo, arrotondava i suoi guadagni facendo l’escort in un sito web. Dopo aver fatto sesso con il suo assassino avrebbe iniziato a dirgli che non aveva personalità, che non era abbastanza bravo tra le lenzuola, fino a quando il 33enne non è andato fuori di testa.

Lui l’ha presa per il collo e ha provato a colpirla, la 24enne è però riuscita a scappare e a chiudersi in bagno, ma non è stato sufficiente per fuggire dalla sua ira: l’ha fatta uscire dalla stanza e poi l’ha finita con un coltello. Lo riporta Leggo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.