varcaturo covid free
Isole Covid free, Varcaturo-Licola e Castel Volturno attendono. Trinchillo: "Siamo vittime dei nostri pregiudizi"

“Capri, Ischia e Procida Covid free. Se a Varcaturo non succede la colpa è soprattutto nostra”. E’ lapidario Salvatore Trinchillo, vicepresidente del sindacato degli imprenditori balneari SilbConfcommercio Italia e operatore del settore da anni a Varcaturo. Da diverse settimane il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha lanciato l’operazione Campania Sicura, puntando sulla liberazione dal Covid delle principali mete turistiche. In cima alla lista le tre isole Capri, Ischia e Procida. Poi nelle sue dirette ed interviste ha citato la costiera Amalfitanta, quella Sorrentina e la Cilentana. Nessun accenno alla riviera Domizio-Flegrea, nonostante sia con i suoi 70 Km di costa la più grande e quella con la presenza maggiore di turisti e operatori.

Nonostante ciò gli operatori della riviera Domizio-Flegrea non sono stati inseriti nelle priorità della campagna vaccinale prevista per le mete turistiche. Decisione che fa storcere il naso a Trinchillo, il quale però, senza mezzi termini, punta il dito sull’incapacità della comunità locale di “fare rete e valorizzare il bello”. “Siamo vittime del nostro stesso pregiudizio. Mentre da altre parti si riesce a dare importanza alle cose positive, qui ci perdiamo nelle polemiche e siamo alla continua ricerca delle negatività. Tutto ciò non giova al nostro brend. Se non siamo prima noi a valorizzare le nostre bellezze come possiamo pretendere che lo facciano gli altri?”, dichiara Trinchillo.

“Non c’è senso di comunità, non ci sono posti aggregativi. Tutto ciò incide anche sull’opinione che diamo al posto che viviamo e frequentiamo. Con questo non voglio giustificare la mancanza di considerazione che viene data al nostro litorale, me se la gente che ci abita per prima non la valorizza come possono farlo chi ci governa?”. Riguardo alla campagna vaccinale, il vicepresidente dei balneari dichiara: “Avevamo chiesto attraverso la ConfCommercio di essere inseriti come priorità, ci hanno risposto che dopo aver finito le isole avrebbero trattato la riviera Domizio-Flegrea alla stregua delle altre località turistiche. Ma ad oggi non abbiamo visto niente. Per fortuna la campagna vaccinale prosegue spedita, quindi in un modo o nell’altro tutti saranno vaccinati e potremo trascorrere un’estate tranquilla”. 

La situazione del mare a Varcaturo e dintorni

Da poco l’Arpac ha diffuso i dati sulle zone balneabili 2021. Il litorale flegre-giuglianese-domizio si presenta quasi completamente balneabile.“Su 70 Km di costa ben il 96% è balneabile, con alcuni tratti eccellenti. Ci sono solo 5 punti critici, che poi sono quelli che per legge devono essere interdetti dalla balneabilità visto che si trovano in prossimità di scarichi o impianti (es. depuratore di Cuma)”, dichiara Trinchillo, il quale tiene a chiarire anche la questione delle bandiere blu.

“La Balneazione della costa la controlla e comunica l’arpa agenzia pubblica.
Se volete sapere se il mare è pulito quello è il sito di riferimento pubblico.
Le BANDIERE BLU sono un premio che un organismo privato,la Fee , rilascia ai Comuni virtuosi in balneazione,raccolta differenziata,pulizia aria,abbattimento barriere architettoniche etc….
Sono il premio ai Comuni eccellenti.
Non significa che se il Comune non è bandiera blu non è balneabile.
Anche le attività di Legambiente con Goletta verde,sono preziosissime ma sono di un soggetto privato(anche se associazione) e non sono un dato ufficiale”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.