Un frame della rissa su Tik Tok
Un frame della zuffa su Tik Tok

“Siamo consapevoli che ognuno a casa sua può fare cio’ che vuole e divertirsi come gli è più congeniale, ma, allo stesso tempo, ci preoccupa non poco immaginare cosa potrebbe diventare la parola “gioco” per queste piccole donne di oggi, grandi donne di domani”. 

Così il giornalista e conduttore Gianni Simioli commenta il video diventato virale su TikTok e poi diffuso sui social dove si vedono due bambine che verrebbero incitate a picchiarsi, azzuffarsi, tirarsi capelli da alcuni parenti.

Il filmato è stato diffuso sui social dagli stessi familiari ed ha provocato una serie di commenti indignati. Dal video si vedono le bimbe azzuffarsi mentre attorno ci sono persone che le incitano a picchiarsi, come se fosse un incontro di wrestling.

La scena è stata pubblicata sui social e sia il consigliere regionale Francesco Borrelli che il della Radiazza, Gianni Simioli hanno condannato l’episodio. Tantissimi i commenti di indignazione.

Parlano i familiari

I familiari delle piccole, in un secondo video pubblicato poco dopo, hanno tenuto a precisare che le due bimbe si vogliono bene e che si era trattato di un gioco. Ed infatti in un secondo video si vedono le due vambini abbracciarsi in modo tenero. “Ho letto i commenti questa mattina i commenti che avete lasciato sotto al video delle mie nipotine. Io mi scuso per il brutto messaggio che è passato, ma credetemi queste due bambine si amano”, ha detto la zia.

Il video incriminato

http://

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.