14.5 C
Napoli
lunedì, Febbraio 26, 2024
PUBBLICITÀ

Napoli e Campania capofila nel commercio elettronico

PUBBLICITÀ

Dall’ultimo studio effettuato da eBay, la Campania risulta prima in Italia per quanto riguarda il numero di transazioni effettuate attraverso il famoso portale di e-commerce e per il volume di fatturato. Questo dato positivo tiene conto sia dei venditori professionisti, sia di coloro che, da privati o come piccole e medie imprese, utilizzano il portale per vendere online i propri prodotti. Il primato italiano è sicuramente un segnale che si aggiunge ad altri indicatori della ripresa dell’economia campana e fa ben sperare per le sorti della nostra regione che si dimostra capace di cogliere anche le opportunità più innovative.

La piattaforma eBay tuttavia, spesso funge solo da primo passo verso il mondo del commercio elettronico. Vista l’estrema facilità di utilizzo e l’integrazione automatica di tutti i più comuni sistemi di pagamento, risulta una scelta ottimale per chi si avvicina per la prima volta all’e-commerce. Una volta che questa attività comincia a dare i suoi frutti, con vendite costanti e non più occasionali, si pone il dubbio se continuare ad affidarsi ad un servizio esterno, o se avviare un proprio sito di e-commerce. Per i professionisti e le imprese già attive, la creazione di un e-commerce non presenta costi ulteriori, al di fuori ovviamente della creazione e del mantenimento del sito. Chi invece dovesse iniziare da zero un’attività di vendita online, dovrà aprire partita iva e iscriversi presso il registro delle imprese, come ogni normale commerciante. I vantaggi di avere un proprio e-commerce sono molteplici, primo fra tutti l’abbattimento dei costi. I portali come eBay e Amazon, ad esempio, prevedono dei canoni mensili e/o delle commissioni sul prezzo di vendita.

PUBBLICITÀ

La creazione di un sito di e-commerce, tuttavia, difficilmente può avvenire in maniera autonoma, a meno di avere conoscenze di programmazione specifiche. I shop online si basano normalmente su content management system, detti anche CMS, ovvero programmi che vengono installati nel proprio spazio web e che permettono la costruzione di un sito di e-commerce, il caricamento delle foto dei prezzi e l’impostazione dei metodi di pagamento. Sebbene esistano numerose guide gratuite, come quella di 1&1, che spiegano le caratteristiche e il funzionamento dei vari CMS, solitamente i commercianti preferiscono affidarsi ad esperti, per ottenere il massimo dal proprio sito. È infatti provato che un sito ben funzionante e che infonde sicurezza al compratore, fa sì che il tasso di abbandono del carrello (ovvero la quantità di transazioni che viene interrotta ad un passo dall’acquisto vero e proprio) cali drasticamente.

Infine, un proprio sito di e-commerce è facilmente integrabile con un sito web già esistente e permette delle attività di online marketing, ovvero di promozione dei propri prodotti nei canali online, mirate e di conseguenza più efficaci. In un’era in cui il commercio online è alla portata di tutti, la differenza può davvero essere fatta dalla qualità della promozione e dalla differenziazione dell’offerta, che deve tenere sempre conto dei bisogni e dei desideri del proprio target di riferimento.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Raid in libreria a San Giorgio, rubati pochi spiccioli e divelto il gazebo esterno

Nella notte tra sabato e domenica ignoti si sono introdotti all’interno di Villa Falanga, danneggiando “La Bottega delle Parole”....

Nella stessa categoria