Terrore a Melito, rapina in banca con un taglierino: ad agire un malvivente solitario

Nuovo assalto e nuova rapina alla Banca Popolare di Ancona di via Roma. Questa mattina attorno alle 12 un uomo, armato di taglierino, è entrato all’interno della filiale Ubi che si trova a poca distanza dal confine con Scampia intimando ai cassieri di consegnare tutto il contante disponibile. Un’azione durata pochi minuti, sotto gli occhi terrorizzati dei clienti e degli stessi dipendenti. Alla fine, il bottino sottratto dal malvivente ha fruttato al malvivente 1000 euro. L’uomo, giunto nella banca con il volto travisato da una calzamaglia per non farsi riconoscere, si è poi dileguato in direzione Scampia/Secondigliano in sella ad uno scooter guidato da un complice che l’attendeva all’esterno pronto a fuggire a tutta velocità. Sul posto, per i rilievi del caso, sono giunti i carabinieri del locale comando diretta dal tenente Francesco Iodice che hanno raccolto elementi utili ai fini dell’indagine e acquisito le telecamere di videosorveglianza della Banca Popolare di Ancona. Lo stesso istituto di credito è stato

più volte preso di mira dai balordi. In una precedente rapina, risalente al marzo del 2016, i malviventi sottrassero ben 4 mila euro, con raid simile a quello di stamattina. Ma la banca Ubi di via Roma è famosa anche per un altro episodio, quello dell’agosto 2014 quando un uomo di 60anni tentò di impossessarsi dei soldi custoditi nel bancomat servendosi di una bombola di Gpl. Soltanto il tempestivo intervento di una pattuglia di carabinieri evitò la deflagrazione, con l’uomo poi arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato.