Andrea Sannino escluso da Sanremo con ‘Voglia’: «Ci resto male, ma non mi nascondo»

Andrea Sannino e il teatro Ariston di Sanremo
Andrea Sannino e il teatro Ariston di Sanremo
Andrea Sannino escluso da Sanremo con ‘Voglia’: «Ci resto male, ma non mi nascondo».
«Cara mia famiglia, siete in tantissimi, troppi, a chiedermi di Sanremo e di una mia mancata partecipazione… quasi come se dipendesse da me». Con queste parole Andrea Sannino apre un lungo post social dedicato a chi, come amici, fan e parenti, gli abbia chiesto dell’esclusione da Sanremo.
«Con voi condivido tutto e quindi ho deciso di rispondervi – scrive il cantante -. SI …CI HO PROVATO! La canzone presentata si chiama “Voglia” scritta da me e da i miei inseparabili Mauro Spenillo e Pippo Seno e non vedo l’ora di farvela ascoltare perché dal primo momento l’ho amata e vissuta. Giuro siete straordinari… è da ieri che mi state inondando di messaggi e questa per me è una bellissima cosa».

Andrea Sannino sull’esclusione da Sanremo

«Non mi nascondocontinua Andrea Sannino -, certo che ci resto male, come chiunque sogna una cosa che poi sfuma, ma credetemi senza rancori, dubbi o ansie inutili, anzi felice di riprovarci ancora, facendo un mega in bocca al lupo a tutti i partecipanti, ad Amadeus e alla sua squadra… felice per chi vivrá quella meravigliosa esperienza… vi invidio, una sana invidia».
«Forse è più figo non parlarne?concludenegare il tentativo per non ammettere una sconfitta? Invece no, io scelgo di dirlo perché credo che ha più valore una sconfitta che una finta vittoria. Tutto questo mi spingerà a migliorare, a scrivere qualcosa che possa essere finalmente all’altezza di quel palco o che possa pian piano diventarlo io stesso. Per adesso non è stato cosi… W la musica sempre, e concedetemelo un mega in bocca al lupo all’unica napoletana in gara, la giovanissima Greta Zuccoli, porta in alto la nostra bandiera».