Annamaria Ascolese

E’ morta dopo cinque giorni di speranza Annamaria Ascolese, l’insegnante 49enne originaria di Sarno raggiunta da tre colpi di pistola venerdì scorso. La donna fu ferita dal marito Antonio Boccia, carabiniere 54enne, poi suicidatosi nella loro casa di Marino, in provincia di Roma. Annamaria era ricoverata nell’ospedale San Camillo di Roma dove era giunta in condizioni disperate dopo il folle gesto dell’ex marito. Nei giorni scorsi era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico che purtroppo non è bastato a salvare la donna dal decesso sopraggiunto questa mattina.

Secondo quanto emerso dalle indagini della Polizia, il vicebrigadiere Boccia non accettava la fine della loro relazione e, dopo diversi episodi di stalking, ha deciso di porre fine alla sua vita dopo l’ultima follia. Secondo quanto ipotizzato dagli agenti che stanno indagando sull’accaduto, il militare, al culmine dell’ennesima lite, avrebbe prima esploso tre colpi d’arma da fuoco verso la moglie e poi avrebbe rivolto l’arma contro il suo cuore facendo fuoco. 

Sotto shock la comunità di Sarno. La donna lascia tre figlie, un anziano padre e una sorella. Proprio la decisione di lasciare il tetto coniugale per trasferirsi dalla sorella sarebbe stato il motivo dell’ultimo litigio e del tragico epilogo.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.