Anticipato il pagamento delle pensioni marzo. Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, firma l’ordinanza che dispone anche per il mese di marzo l’anticipo dei termini di pagamento delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’INPS. Erogati in anticipo i trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per gli invalidi civili.

Il provvedimento prevede l’anticipo delle riscossioni delle competenze del mese di marzo, dal 23 febbraio al 1° marzo 2021. Anche al fine di consentire, dunque, l’accesso scaglionato e contingentato degli utenti presso gli uffici di Poste Italiane.

RITIRO DELLE PENSIONI E RISPETTO DELLE NORME DI SICUREZZA

Poste Italiane adotta misure di programmazione dell’accesso agli sportelli dei soggetti titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni idonee. Ciò per favorire il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del coronavirus. Messa in campo anche la programmazione dell’accesso agli sportelli dei predetti soggetti nell’arco dei giorni lavorativi precedenti al mese di competenza delle prestazioni medesime.

In relazione ai pagamenti si applicano le vigenti disposizioni in materia di riaccredito connesse al decesso del beneficiario della prestazione o al verificarsi di altra causa di estinzione del diritto alla prestazione. Nonché le disposizioni che regolano il recupero dei trattamenti indebitamente erogati.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.