Armi giocattolo e finti racconti di guerra, il falso profilo di Lamonica: disoccupato che viveva con la mamma

Per diversi minuti ha terrorizzato il quartiere ed i clienti del bar di via Vescovo Natale a Caserta. Il militare Gianfranco La Monica avrebbe puntato l’arma contro i passanti dicendo di voler fare una strage. Il 50enne è entrato con una pistola nel bar Chimera, dove ha intimorito diversi clienti. Quando si è rivolto con la pistola contro le forze dell’ordine. L’uomo è stato centrato alla testa da uno dei colpi esplosi dalla polizia, ora è in ospedale in condizioni disperate.

Lamonica, residente nel quartiere Puccianiello, come riportato da Il Mattino, girava spesso in tuta mimetica, e parlava spesso del suo lavoro in Afghanistan. O almeno era quello che aveva fatto credere, perchè in realtà l’uomo non è mai stato un militare se non per la leva, nel 1998. Disoccupato nulla facente, vive con l’anziana madre a Puccianiello e in casa aveva cinque armi ad aria compressa, un miniarsenale di fucili per il softair.