13.1 C
Napoli
mercoledì, Dicembre 8, 2021
- Pubblicità -

Arrivano a Bacoli gli spazzamare, raccoglieranno i rifiuti lasciati in acqua dagli incivili


Arrivano a Bacoli gli spazzamare. Partiamo con la pulizia del nostro bene più prezioso, con gli stessi catamarani attivi tra Ischia e Procida. “È una grande conquista per la nostra comunità. Mercoledì, puliremo le acque dello Schiacchetiello, del Poggio, di Marina Grande, di Miseno, dell’ex Piranha, di San Sosio”, dice il sindaco Josi Gerardo Della Ragione. “Saranno accompagnati, lungo le coste della città, dai giovani campioni del Canoa Club Napoli. E, contemporaneamente, procederemo alla pulizia delle spiagge con gli operai della Flegrea Lavoro. Continueremo poi lungo le spiagge di tutto il territorio. Un evento frutto della collaborazione istituzionale tra gli spazzamare Hester, il Regno di Nettuno, il Comune di Bacoli. Dobbiamo difendere l’ambiente, i paesaggi, la natura. Ce la stiamo mettendo tutta. Insieme, faremo sempre meglio. Un passo alla volta”.

Il Lungomare di Napoli vittima sacrificale dell’inciviltà

Il lungomare napoletano continua ad essere, purtroppo, vittima sacrificale offerta all’inciviltà di tanti cittadini (in molti casi anche turisti) affinché vengano salvati il divertimento e la movida. E così gli arenili, il mare, le aree scogliere, i muretti, i marciapiedi del lungomare diventano testimonianze della follia irresponsabile di quei giovani e di quegli adulti che pur di preservare i propri momenti di relax, senza interruzione alcuna (nemmeno per ‘scomodarsi’ a gettare una lattina negli appositi contenitori), hanno ridotto una delle più suggestive bellezze della città in un gigantesco immondezzaio.

Succede, ad esempio, come segnala un cittadino al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che gli scogli ed il mare nell’area tra il Molo Luise e via Caracciolo siano diventati una sorta di discarica di batterie esauste e residui di fuochi d’artificio.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il Covid non smette di uccidere, addio alla 14enne Martina: non aveva potuto vaccinarsi

Non ce l'ha fatta Martina, una ragazzina di 14 anni ricoverata dall'inizio di novembre in Rianimazione pediatrica all'ospedale Salesi...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria