Balenottera di oltre 13 metri trovata morta nel Golfo di Napoli, via alle operazioni di recupero

balenottera

E’ stata recuperata alle prime luci dell’alba di ieri, la carcassa di balenottera rinvenuta da un drone lungo le coste dell’isola di Capri, nel comune di Anacapri, in una insenatura alla Cala del Rio. Il cetaceo, che inizialmente sembrava lungo circa 7 metri, è in realtà quasi il doppio, circa 13 metri. Lunghe e delicate le operazioni di rimozione, come riportato dal sito de Il Mattino. L’intervento coordinato dal comandante della Capitaneria di Porto, Tenente di vascello Antonio Ricci.

Sul posto nel corso del recupero dei resti del cetaceo è intervenuto anche un gommone con a bordo personale dell’Asl di Napoli e dell’Istituto Zooprofilattico. La carcassa del cetaceo portata poi nell’istituto zoologico dove saranno effettuati gli esami autoptici atti a stabilire le cause della morte dell’animale.

Balenottera morta trasportata dalla corrente

 

CAPRI. “Alcuni cittadini di Capri ci hanno segnalato con un video la presenza di una balenottera morta, probabilmente trascinata a Cala del rio dalla corrente. Immagini tristi e strazianti.

Ricevuta la segnalazione abbiamo immediatamente allertato la capitaneria di porto e l’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno (Izsm) che, domani, effettuerà un sopralluogo per recuperarla e procedere con la necroscopia. Chiederemo di sapere le cause della morte, sperando che non siano dovute alla mano dell’uomo. Lo hanno dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde e Vincenzo Peretti, ordinario del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali della Federico II ed esponente di Europa Verde.