Banda delle ‘mascherine nere’ in azione sulla Circumvallazione, rapinato automobilista di Melito

mascherine nere rapinatori giugliano armati
Foto di repertorio

Rapinatori armati di pistola e con mascherine nere in azione a Giugliano. Vittima del raid, avvenuto nel prolungamento della Circumvallazione Esterna nei pressi della località Ponte Riccio a Giugliano, un automobilista di Melito. L’uomo è stato prima lampeggiato da una Fiat Punto bianca, dopodiché è stato affiancato e bloccato. A bordo della vettura c’erano tre uomini, uno dei quali è sceso dal veicolo armato di pistola. Prima il bandito ha aperto la portiera dell’auto e dopo ha minacciato il melitese costringendolo a farsi consegnare portafogli e contati.

BANDITI COPERTI DA MASCHERINE NERE

I malviventi erano intenzionati anche a rubare l’auto ma hanno desistito a causa dell’antifurto. Secondo una prima descrizione il giovane armato indossava guanti e maglietta bianca. Due banditi avevano i volti coperti da mascherine chirurgiche di colore nero. La vittima è riuscita a tornare a casa grazie all’arrivo di un parente.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

Rapinatori armati di pistola e con mascherine nere in azione a Giugliano. Vittima del raid, avvenuto nel prolungamento della Circumvallazione Esterna nei pressi della località Ponte Riccio a Giugliano, un automobilista di Melito. L’uomo è stato prima lampeggiato da una Fiat Punto bianca, dopodiché è stato affiancato e bloccato. A bordo della vettura c’erano tre uomini, uno dei quali è sceso dal veicolo armato di pistola. Prima il bandito ha aperto la portiera dell’auto e dopo ha minacciato il melitese costringendolo a farsi consegnare portafogli e contati.

BANDITI COPERTI DA MASCHERINE NERE

I malviventi erano intenzionati anche a rubare l’auto ma hanno desistito a causa dell’antifurto. Secondo una prima descrizione il giovane armato indossava guanti e maglietta bianca. Due banditi avevano i volti coperti da mascherine chirurgiche di colore nero. La vittima è riuscita a tornare a casa grazie all’arrivo di un parente.