Travolto e ucciso per vendetta

La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato Carmelo Arcieri, 43 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso il 15 marzo dalla Procura generale presso la Corte d’Appello di Napoli. L’uomo condannato a una pena di 21 anni e 9 mesi di reclusione in quanto riconosciuto colpevole dell’omicidio aggravato di Antonio Passero, 38enne ucciso il 30 marzo 2012 a Cellole.

Passero rimase a terra in corso Freda. Furono alcuni passanti a soccorrerlo dopo averlo ritrovato riverso sul marciapiede con gravi ferite alla testa e alle gambe; immediatamente soccorso, l’uomo è poi deceduto in ospedale poche ore dopo. Quello che all’apparenza poteva sembrare un banale incidente stradale in realtà ha assunto un profilo ben diverso. Passero è stato infatti investito da un’auto di colore grigio risultata essere in uso ad Arcieri. L’auto è stata trovata nell’abitazione dell’arrestato, parzialmente smontata, con l’evidente scopo di nascondere i danneggiamenti riportati a seguito dell’investimento avvenuto poche ore prima.

Già nel precedente mese di febbraio del 2012 la vittima aveva subito un tentativo di investimento ad opera dell’indagato. Il movente dell’omicidio, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, è riconducibile a un banale litigio tra i due.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.