Da Nord a Sud, scattano le chiusure dei centri commerciali per Covid. Diverse regione e province, infatti, stanno varano la misura.  La Lombardia assediata dalla diffusione del Covid, vara un’altra stretta. Nonostante l’insurrezione delle categorie produttive, di dispone che «nelle giornate di sabato e domenica la chiusura delle grandi strutture di vendita nonché degli esercizi commerciali al dettaglio presenti all’interno dei centri commerciali» si legge nell’ordinanza.

La disposizione «non si applica alla vendita di generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l’igiene personale e per l’igiene della casa. Nemmeno per piante e fiori e relativi prodotti accessori, nonché alle farmacie, alle parafarmacie, alle tabaccherie e rivendite di monopoli».

Disposizione anche per gli esercizi commerciali al dettaglio e per quelli di «somministrazione di alimenti e bevande». C’è l’obbligo «di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti».

Questi esercizi «devono adottare regole di accesso, in base alle caratteristiche dei locali, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. In particolare, le medie e grandi strutture di vendita devono garantire quanto previsto al periodo precedente. Devono dare priorità, ove possibile, a modalità (app, internet etc.) di prenotazione dell’accesso all’esercizio».

Anche in Piemonte in arrivo una nuova ordinaza per chiudere i centri commerciali

Anche in Piemonte è in arrivo una nuova ordinanza che prevede la chiusura dei centri commerciali durante il weekend per contrastare la diffusione del Coronavirus. A comunicarlo è stato il governatore della regione, Alberto Cirio. “Entro questa sera firmerò una ordinanza che chiude i centri commerciali non alimentari su tutto il territorio regionale”. “Teniamo aperti solo alimentari e farmacie, i generi di prima necessità”. La chiusura dei centri commerciali nel weekend è una “misura anti-assembramento molto forte”, sostiene Cirio, convinto di avere messo in campo in Piemonte “misure di grande rigore”, perché “quando si è prudenti non si sbaglia mai”.

Centri commerciali chiusi sabato e domenica e didattica a distanza nelle scuole superiori, tranne che per le classi del primo anno. Sono le novità contenute nella nuova ordinanza del presidente della Regione Basilicata Vito Bardi per contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del virus Covid-19. L’ordinanza, la numero 3,9 è pubblicata sul Bur speciale n. 92 del 21 ottobre e sul sito istituzionale ed è valida dal 23 ottobre al 13 novembre.

Anche il presidente della Regione Campania De Luca potrebbe emettere a breve un’ordinanza simile visto l’aumento dei contagi.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.