“Ci fermiamo volontariamente per rispetto di tutti”, la decisione del lido Varca d’Oro

L'annuncio di Salvatore Trinchillo del lido Varca d'Oro
L'annuncio di Salvatore Trinchillo del lido Varca d'Oro

Ha deciso di chiudere volontariamente vista la confusione che si è creata tra le ordinanze e l’epidemia che continua a circolare incessantemente. Una pausa volontaria, in attesa di tempi migliori, insomma. Questa la scelta, coraggiosa, di Salvatore Trinchillo, noto imprenditore balneare titolare del lido Varca d’Oro. Uno stabilimento che vive una situazione paradossale. Da una parte vige l’ordinanza emanata dal sindaco Nicola Pirozzi di chiusura della spiaggia, dall’altra quella che rientra nel tratto di Castel Volturno che non ha questi divieti. Così per porre fine alla confusione Trinchillo ha deciso di chiudere: “Pausa volontaria spiaggia e Ristorante da sabato 14 novembre a giovedì 3 dicembre. Le nostre attività produttive ricadono nel Comune di Castelvolturno. Parte della nostra spiaggia ricade nel Comune di Giugliano. NULLA ci impedisce di continuare a lavorare con Bar Ristorante Bistrot e parte della spiaggia. Tra l’altro siamo sempre stati attenti ,e sempre lo saremo, a prescrizioni ed a tutto quello che il momento Covid prevede. Ma con la giusta ordinanza del Sindaco di Giugliano(BENE) e con il moltiplicarsi di limitazioni in altri Comuni non ci sembra giusto continuare a lavorare, anche e soprattutto come forma di rispetto per chi deve governare questo momento difficile e soprattutto verso chi soffre. Ci fermiamo da sabato 14 Novembre a Giovedì 3 dicembre con Bar Ristorante e accesso spiaggia. Ripartiremo Venerdì 4 dicembre sempre carichi di energia e con un gran sorriso(sotto la mascherina)”, ha dichiarato Trinchillo che ha dato appuntamento ai clienti il 4 dicembre ricordando però che è in servizio in servizio delivery. Riguardo alla questione luminarie Trinchillo dichiara: “Noi a nostre spese a Natale metteremo luminarie in spiaggia. I Privati che possono lo facciano. Si vive “anche” di sorrisi e di emozioni”. Nei giorni scorsi l’imprenditore si era fatto promotore di una iniziativa per la raccolta delle bombole di ossigeno, carenti in questo periodo covid. “Ai colleghi Balneari tutti Nelle nostre infermerie tutti abbiamo bombole ossigeno che ricarichiamo in estate per il pronto soccorso interno. Ho contattato 118 tramite l’associazione Croce Verde per donarle agli ospedali. Sollecito Confcommercio Campania a coordinare questa attività per tutta la Campania!!”