Sgominato clan Notturno, dall’omicidio di Nicola al patto con gli Abete per le piazze di Scampia

Tredici persone, cinque delle quali hanno ottenuto i domiciliari, sono state arrestate dalla Squadra Mobile di Napoli in un’ operazione della DDA contro il clan camorristico Notturno, attivo nel quartiere Scampia. Le indagini hanno consentito di ricostruire l’organigramma dell’ organizzazione criminale, che gestisce lo spaccio di droga nei Lotti T/A e T/B, tra via Ghisleri, via Fratelli Cervi e via Bakù. L’arco temporale delle indagini giunge fino all’omicidio di Nicola Notturno ucciso in un agguato il 18 Settembre 2017 ed ha messo a fuoco i rapporti tra il clan Notturno con gli Abete e gli altri clan camorristici che operano nell’area nord di Napoli. Gli arrestati sono: Carmine Iannotti, 27 anni, Luigi e Carmine Ruffo, di 35 e 42 anni, Giovanni, Costantino, Patrizio ed Umberto Raia, di 40, 44 anni, 39, e 47 anni, e Mario Pesce, 41. Ai domiciliari sono stati messi: Vincenzo Russo, 34 anni, Antonio Cuccurullo, 37, Salvatore Moscariello, 34, Roberto Di Salvatore, 41, e Francesco De Matteo, 30.

 

La Squadra Mobile della Questura di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare che ha disposto la custodia in carcere nei confronti di otto indagati e gli arresti domiciliari per altri cinque, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, all’esito di articolate indagini svolte dalla Direzione distrettuale antimafia che hanno consentito di ricostruire l’organigramma della consorteria camorristica NOTTURNO, storicamente a capo delle attività di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti nei Lotti T/A e T/B, ubicati tra la via Ghisleri, via Fratelli Cervi e la via Bakù del quartiere di Scampia.

Le indagini, che coprono l’arco temporale che giunge sino al momento dell’omicidio di NOTTURNO NICOLA caduto vittima di un agguato di camorra il 18.09.2017, sono state mirate alla ricostruzione dell’attività quotidiana della piazza di spaccio e delle relazioni tra la famiglia NOTTURNO, con stretti legami con gli ABETE, e gli altri clan camorristici che operano nell’area nord di Napoli.

 

I soggetti colpiti da misura cautelare:

 Custodia cautelare in carcere

–         IANNOTTI Carmine nato a Napoli il 27.05.1993

–         RUFFO Luigi nato a Napoli il 02.01.1975

–         RUFFO Carmine nato a Napoli il 17.08.1978

–         RAIA Giovanni, nato a Napoli il 08.01.1980

–         RAIA Costantino, nato a Napoli il 06.02.1976

–         RAIA Patrizio, nato a Napoli il 17.04.1981

–         RAIA Umberto, nato a Napoli il 28.01.1973

–         PESCE Mario nato ad Aversa (CE) 31.07.1979

 

Arresti domiciliari

 

-RUSSO Vincenzo nato a Napoli il 22.07.1986

-CUCCURULLO Antonio nato a Napoli il 08.08.1983

-MOSCARIELLO Salvatore nato ad Atripalda (AV) il 10.06.1986

-DI SALVATORE Roberto nato S.Giovanni Rotondo (FG) il 25.11.1979

-DE MATTEO Francesco nato a Napoli il 10.07.1990