Cocaina e crack nel Parco Verde di Caivano, arrestato per una distrazione

Ieri sera, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di “Afragola”, hanno arrestato Massimo Esposito, di anni 49, con pregiudizi di polizia, per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Al fine di contrastare il fenomeno di spaccio  del tipo “Crack”, cocaina , nel Parco Verde di Caivano, gli agenti, grazie, ad una lunga attività investigativa fatta di appostamenti, sono riusciti a mettere fine ad una fiorente operosità.

Infatti , il tutto avveniva all’interno di un isolato del rione, dove attraverso una feritoia, ricavata in un cancello in ferro e rafforzato con serrature meccaniche, ai consumatori-acquirenti veniva data la dose con lo scambio in denaro.

Grazie ad un momento di distrazione da parte dello spacciatore, che in quel momento, aveva lasciato il portoncino aperto ed era posizionato  all’interno della feritoia, i poliziotti sono riusciti ad approfittarne facendo irruzione.

Allo spacciatore, all’interno di una borsetta nera, sono stati trovati 30 dosi di cocaina (crak) e la somma di 430 euro.

I poliziotti hanno arrestato Massimo Esposito, e lo stesso è stato condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.