Aprivano i bancomat con la fiamma ossidrica e poi li svuotavano. Otto napoletani assaltavano gli istituti bancari con questa tecnica, ma nell’ottobre 2016 sono stati arrestati dai carabinieri di Castellarano e Castelnovo Monti nell’indagine Money Burning.
I ladri hanno portato via delle banca 20 mila euro. Lo scorso 2 maggio i componenti della banda della ‘fiamma ossidrica’ sono stati condannati dai 4 a 3 anni dalla Corte di Appello di Bologna, così come riportato da Reggionline.
I componenti della banda sono: Francesco Roselli, 35 anni; Claudio Miele, 28enne; Paolo Luigi Ercole, 34enne; Francesco Sarno, 42enne; Massimo Coppola, 41enne; Antonio Marsicano, 42 anni. Tutti sono residenti a Napoli. Con loro anche Giovanni Ambra, 39enne residente a Castellarano.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.