8 C
Napoli
sabato, Dicembre 4, 2021
- Pubblicità -

Covid, al Cotugno sono 103 i pazienti ricoverati: 3 sono intubati


Sono 103 i pazienti positivi al Covid-19 attualmente ricoverati all’Ospedale Cotugno di Napoli, centro di riferimento per le malattie infettive della Regione Campania.
Di questi, 79 pazienti sono in regime di ricovero ordinario, 16 in subintensiva e 8 in terapia intensiva di cui tre intubati.
Nella giornata di oggi saranno resi disponibili 16 posti letto, in ricovero ordinario.

Inizia a preoccupare il numero dei contagi da coronavirus in Campania. In particolare a Napoli città e in provincia i nuovi positivi sfiorano l’8 percento dei “tamponati”. I 390 positivi ufficializzati nella giornata di giovedì fanno ulteriormente crescere l’allarme e gli ospedali iniziano ad andare in affanno.  Solo a Napoli città su 1.219 tamponi l’8,45 per cento è risultato positivo pari a 162. In particolare, l’ospedale Cotugno, centro d’eccellenza per la cura del covid, inizia ad andare in affanno. Nel dettaglio, fanno sapere dall’ospedale dei colli, il momento più critico si registra in serata. Infatti, in molti, per paura di peggiorare nel corso della notte, si recano nella struttura in cerca di cure. Gli ottanta posti letto sono saturi.

Il Cotugno potrebbe tornare presto ad essere un ospedale destinato solo alla cura del coronavirus. I medici sono impegnati quotidianamente a mantenere l’equilibrio tra i degenti non gravi e coloro che necessitano della terapia intensiva. Pur non registrando morti da alcuni giorni, la situazione viene descritta al limite della sostenibilità. Non è solo l’ospedale Cotugno a vivere questa condizione. Anche il Cardarelli, il Loreto Mare e l’ospedale del Mare iniziano a registrare un alto numero di ingressi, una circostanza che preoccupa non poco i virologi.

Il timore, adesso, è che per mantenere la situazione dei contagi da coronavirus sotto controllo, possano scattare lockdown localizzati in zone critiche.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

É un dentista l’uomo che voleva vaccinarsi con il braccio di silicone, la protesi comprata online

Guido Russo, 57 anni, dentista che si era presentato col braccio in silicone per ottenere il Green pass senza vaccinarsi, non nascondeva certamente le...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria