Sono circa 30 i pazienti Covid nel pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli che sta registrando ormai da molti giorni un calo degli accessi. Nei momenti di picco della seconda ondata della pandemia si arrivava a circa 60 pazienti nel pronto soccorso.

Covid, la situazione al Cardarelli

Al momento al pronto soccorso dell’ospedale napoletano arrivano i casi più gravi e infatti sui 30 in pronto soccorso, 14 sono intubati con l’ossigeno.
Visto l’afflusso gestibile di infetti Covid, per ora la tendostruttura di supporto al pronto soccorso è vuota. In questi giorni il personale ha anche risolto un problema di infiltrazione d’acqua nella struttura che era dovuta a un difetto di una finestra.

In totale, informa l’ospedale Cardarelli, al momento sono 170 i pazienti Covid nei diversi reparti della struttura. Essendo maggiore la gravità dei pazienti ricoverati, il turn over dei letti avviene con meno frequenza, ogni paziente sta in media 20 giorni al Cardarelli per curare il Covid. Il calo degli accessi ha permesso anche ai dirigenti di concedere a turno qualche giorno di ferie ai medici che hanno affrontato con grave stress la seconda ondata della pandemia a Napoli. (ANSA).

Maltempo a Napoli, piove nel Covid center dell’ospedale del Mare e nella tenda del Cardarelli [ARTICOLO 6/12/2020]

La pioggia entra nel Covid center dell’Ospedale del Mare a Napoli, come riferisce l’Ansa. Il temporale di queste ore, si apprende da fonti interne all’ospedale, ha infatti trovato delle perdite dal soffitto dei moduli montati nell’area di parcheggio dell’ospedale nel quartiere di Ponticelli, a Napoli, bagnando il pavimento dell’area tac e delle degenze.

Il personale ha chiesto più volte l’intervento dei vertici dell’ospedale, mentre gli operatori stamattina hanno steso asciugamani sui pavimenti per assorbire l’acqua. Attualmente nel covid center dell’Ospedale di Mare sono ricoverati 15 pazienti. Dall’Asl Napoli 1 fanno sapere che nei giorni scorsi avevano già inviato una segnalazione alla ditta che ha costruito il Covid center chiedendo un intervento per perdite di acqua che già si erano verificate e che probabilmente il maltempo della notte ha notevolmente aggravato.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.