Duro attacco del Governatore De Luca contro la Juventus. Nella sua consueta diretta del venerdì De Luca ha sferrato un attacco agli Agnelli ed alla società Juventus.
“Dopo i due giocatori positivi del Napoli, le Asl hanno fatto esattamente quello che prevede la legge e il Ministero della Salute. Le Asl hanno messo in isolamento domiciliare i contatti stretti per fare i tamponi e per assicurarsi che siano negativi. La Figc fa un protocollo in deroga alle disposizione del Ministero e della Regione relativi ai tamponi positivi”.
“La Juventus sulla base del protocolli che è un atto privato che non conta niente, i giocatori dal punto di vista della sanità sono sottoposti alle stesse regole dei cittadini. La Juventus fa una dichiarazione imbarazzante, per bocca di Agnelli, e andavano a fare una dura competizione con i racchettapalle. Il presidente della Juve è appassionato di palle e palloni, gli ricordo che la gloria conquistarla ma l’onore basta non perderlo.

Le accuse di De Luca alla Juventus

Come ci si può ridurre alla meschinità. Il mondo del calcio coinvolte interessi economici ma ci deve essere un punto limite, oltre il quale lo sport non è più sport. Parlate di diritti televisivi e non di sport. Abbiamo evitato di contagiare Ronaldo, avremmo conquistato i titoli del New York Times”.

Mi permetto di ricordare alla Juventus – dice De Luca –  cioè che diceva Schopenhauer: la gloria bisogna conquistarla, l’onore basta non perderlo. Io se mi fossi comportato così avrei perso il mio onore sportivo.Non parliamo di sport. Chi vuole parlare di sport deve avere lealtà e onore. Dovrebbero ringraziarci perché non abbiamo contagiato Ronaldo. Pensate se fosse successo.”

Duro attacco del Governatore De Luca contro la Juventus. Nella sua consueta diretta del venerdì De Luca ha sferrato un attacco agli Agnelli ed alla società Juventus.
“Dopo i due giocatori positivi del Napoli, le Asl hanno fatto esattamente quello che prevede la legge e il Ministero della Salute. Le Asl hanno messo in isolamento domiciliare i contatti stretti per fare i tamponi e per assicurarsi che siano negativi. La Figc fa un protocollo in deroga alle disposizione del Ministero e della Regione relativi ai tamponi positivi”.
“La Juventus sulla base del protocolli che è un atto privato che non conta niente, i giocatori dal punto di vista della sanità sono sottoposti alle stesse regole dei cittadini. La Juventus fa una dichiarazione imbarazzante, per bocca di Agnelli, e andavano a fare una dura competizione con i racchettapalle. Il presidente della Juve è appassionato di palle e palloni, gli ricordo che la gloria conquistarla ma l’onore basta non perderlo.
Pubblicità