La Corte di Assise di Appello di Napoli (seconda sezione) ha confermato oggi l’ergastolo comminato in primo grado a Giuseppe Montanera, per la DDA di Napoli killer del clan Abbinante, in relazione al raid avvenuto a Napoli il 9 ottobre 2012, in cui venne ucciso Salvatore Barbato, 27 anni, morto sul colpo, e ferito mortalmente Luigi Russo, 42 anni, deceduto alcune settimane dopo in ospedale.

Salvatore Barbato morì perchè organico alla Vanella Grassi in quel periodo in piena guerra, per il controllo dell’area nord, proprio con gli Abete-Abbinante dei Sette Palazzi. Dieci i colpi esplosi contro ‘Totore e mezzanotte’, 27 anni, reale obiettivo dei sicari, e contro Luigi Russo, 42 anni, poi ricoverato all’ospedale Cardarelli in gravi condizioni e morto qualche mese dopo.

https://internapoli.it/omicidio-a-secondigliano-chiesto-lergastolo-per-i-ras-degli-abbinante/

Pubblicità