Mondo dei social in lutto, nota influencer uccisa e chiusa in valigia: fermato l’ex fidanzato

La polizia russa ha fermato un giovane nato nel 1986 nell’ambito delle indagini sull’omicidio della influencer e blogger Ekaterina Karaglanova: lo riferisce la portavoce del ministero dell’Interno russo, Irina Volk, citata dall’agenzia Interfax.

L’uomo è sospettato di essere coinvolto nell’omicidio di Ekaterina Karaglanova, la 24enne influencer russa trovata morta in una valigia all’interno del suo appartamento a Mosca. Karaglanova, che si era recentemente laureata in medicina, era nota ai suoi 86mila follower su Instagram come Katti_loves_life. Il corpo senza vita della giovane, che presentava ferite di arma da taglio, è stato rinvenuto venerdì, dopo che la famiglia della ragazza aveva denunciato di non avere più sue notizie da giorni.

Tra i filoni di indagine seguiti dalla polizia, quello dell’omicidio passionale. Secondo i media russi, la giovane aveva da poco iniziato una nuova relazione sentimentale e aveva in programma di festeggiare in Olanda il suo compleanno, il 30 luglio. La polizia ha riferito che non sono stati trovate tracce di colluttazione e che sulla scena non è stata rinvenuta alcuna arma. Gli inquirenti hanno anche riferito che le telecamere di sicurezza hanno registrato le immagini di un ex fidanzato che aveva fatto una breve visita alla giovane, nei giorni coincidenti con la sua scomparsa.​