Lunedì nero in Italia, Sonia e Giuseppina uccise a distanza di ore dagli ex: è allarme femminicidio
Lunedì nero in Italia, Sonia e Giuseppina uccise a distanza di ore dagli ex: è allarme femminicidio

Una giornata segnata da due tragedie troppo crude, quella di ieri. Due donne sono state uccise, una dal proprio partner e un’altra dall’ex, da Nord a Sud. Le vittime sono Sonia Lattari e Giuseppina. Sale dunque a 72 il numero di donne uccise nel 2021 in ambito affettivo, di cui 52 dal proprio partner o dall’ex.

Sonia è stata ammazzata durante una lite dal convivente Giuseppe Servidio, 52 anni, meccanico nella loro abitazione a Fagnano Castello, Cosenza. Due i figli della coppia. L’uomo è stato fermato dai carabinieri mentre vagava attorno a casa in stato confusionale. E’ nato in Corsica e per questo era soprannimato il Corsicano.

Poco prima una donna, madre di due figli grandi, è stata uccisa dall’ex marito. È accaduto ad Agnosine, in Valsabbia, nel Bresciano, dove la vittima, Giuseppina Di Luca, si era trasferita da un mese dopo la separazione dal marito Paolo Vecchia, di 52. Questa mattina l’uomo ha raggiunto l’ex moglie a casa e l’ha colpita una decina di volte con un coltello sulle scale della palazzina, poi si è costituito ai carabinieri.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.