C’erano anche dei medici tra le 27 persone sorprese dalla Polizia a ballare alla festa in un locale tra Aversa e Lusciano, nel Casertano.  Tutti sono stati multati, mentre il locale è stato chiuso e per il titolare scatterà una maxi-multa. A provocare l’intervento dei poliziotti del Commissariato di Aversa guidati dal dirigente Vincenzo Gallozzi, stata una telefonata, che segnalava una festa da ballo. Al loro arrivo, gli agenti si sono trovati di fronte decine di persone che ballavano al ritmo di musica. Non si trattava di adolescenti, ma di adulti, quasi tutti professionisti; oltre a medici, erano presenti avvocati e commercialisti. I poliziotti hanno multato in strada altre cinque persone.

Più di una festa nello stesso palazzo a Napoli, multate 32 persone senza mascherina

Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generalesono intervenuti in piazza Municipio per una segnalazione di schiamazzi e musica ad alto volume. Rumori che venivano dalle stanze di un bed and breakfast. I poliziotti, giunti sul posto, hanno udito forti rumori provenienti dall’interno della struttura. Una volta entrati, hanno sorpreso in una stanza 12 napoletani tra i 26 e i 18 anni. Quattro di questi già sanzionati nei mesi scorsi ed un altro denunciato nel settembre 2020 per aver violato la quarantena. Insieme per una festa di compleanno e li hanno sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

Poco dopo, sempre in piazza Municipio, hanno sanzionato il titolare di una paninoteca poiché era aperta oltre l’orario consentito, nonché l’avventore in quanto era fuori dal proprio domicilio oltre l’orario consentito e senza giustificato motivo.
Infine, con il supporto di una pattuglia del Commissariato San Ferdinando, sono intervenuti nuovamente presso lo stesso B&B di piazza Municipio per un’altra segnalazione di schiamazzi e, una volta dentro, hanno sorpreso altre 20 persone, napoletani tra i 55 e i 16 anni, tutti assiepati in un’unica stanza e  intenti a mangiare e bere, e li hanno sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.