22 C
Napoli
domenica, Ottobre 2, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Da 100 a 1200 euro, quanto costa un biglietto per assistere al Festival di Sanremo


Mancanco poche ore all’inizio del Festival di Sanremo. Domani sera comincerà la kermesse musicale più seguita e importante d’Italia, che vedrà per il terzo anno di fila Amadeus direttore musicale. L’Ariston sarà totalmente aperto al pubblico e la capienza sarà garantita al 100% (leggi qui). Ma quanto costa assistere dal vivo alle esibizioni dei cantanti in gara? Dipende, ovviamente, dal posto: un abbonamento in galleria per tutte le serate costa 672 euro, uno in platea 1.290. I prezzi (secondo il sito Novella 2000) dipendono dalla serata e dal posto: per una delle prime quattro serate il posto unico in galleria costa 100 euro, in platea 180. Per la finale 320 in galleria, 660 in platea.

Il listino prezzi per una serata dal vivo al Festival di Sanremo

  • Abbonamento in galleria per cinque serate: 672 euro
  • Abbonamento in platea per cinque serate: 1.290 euro
  • Posto unico in galleria, serate 1-4: 100 euro
  • Posto unico in platea, serate 1-4: 180 euro
  • Posto unico in galleria, serata finale: 320 euro
  • Posto unico in platea, serata finale: 660 euro

    Quando Napoli ha trionfato a Sanremo, chi sono i 5 cantanti che hanno conquistato l’Ariston

    Manca sempre meno all’inizio del Festival di Sanremo. Nell’attuale edizione che ci spetta e che partirà il prossimo 9 febbraio, saranno 24 i cantanti in gara. Tra questi appariranno anche due napoletani, ovvero Nino D’Angelo e Anna Tatangelo. A loro, difatti, toccherà il compito di riportare il leone d’oro sotto l’ombra del Vesuvio. Se dovesse succedere, sarebbe la sesta volta che accade.

    Nelle precedenti edizioni, 68 per l’esattezza, sono stati cinque i successi dei cantanti europei. 

    I cantanti partenopei che hanno conquistato Sanremo

    • Il primo a portare il trofeo a casa è Tullio Pane, conosciuto anche come ‘Panino’. Nel 1955, con la sua ‘Buongiorno Tristezza‘ – interpretata con Claudio Villa – saliva il gradino più alto del podio.
    • Due anni dopo, nel ’57, tocca invece a Nunzio Gallo, anche lui in coppia con Claudio Villa. Il brano che si conquistò il podio, in quell’occasione, si intitolava ‘Corde della mia chitarra’.
    • Nel 1973, invece, tocca a Peppino di Capri portare la musica napoletana per conquistare Sanremo, con la sua “Un grande amore e niente più”.
    • Nel ’76’, tre anni dopo, Giuseppe Faiella (il nome reale di Peppino di Capri) fa il bis, grazie al brano “Non lo faccio più”.
    • L’ultimo trofeo conquistato da un’artista napoletano al Festival di Sanremo è andato a Massimo Ranieri. Il cantante portava a casa il leoncino d’oro grazie a “Perdere l’amore” nel 1988.

    Adesso tocca a Nino D’Angelo e Anna Tatangelo

    Adesso, a 31 anni di distanza, Nino D’Angelo e Anna Tatangelo proveranno ad ottenere il sesto trionfo napoletano al Festival di Sanremo. Mentre il primo si esibirà con “Un’altra luce“, l’ex di Gigi D’Alessio interpreterà il brano “Le nostre anime di notte” insieme a Livio Cori, rapper classe ’90.

     

     

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Aurora Ramazzotti svela il sesso del bambino, l’annuncio su Instagram

Aurora Ramazzotti e Goffredo Cerza aspettano un maschietto. Ad annunciarlo è stata l'influencer con un post su Instagram. "Grazie...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria