Fiaccolata a Secondigliano per Annamaria, caduta dal balcone in vacanza

Fiaccolata in ricordo di Annamaria Sorrentino questa sera in via Cupa dell’Arco, nel quartiere Secondigliano. I parenti e gli amici della donna chiedono “giustizia” per Annamaria, ufficialmente morta dopo essere precipitata dal balcone della casa vacanze in Calabria dove si trovava con il marito. Già affisso nei pressi della chiesa Santa Maria delle Grazie uno striscione con la scritta “Giustizia per te, ti amiamo guerriera nostra”.

 

“Ancora oggi, non sappiamo cosa sia successo ma siamo sicuri che Annamaria non si sarebbe mai suicidata. Vogliamo verità e giustizia”. Patrizia e Luisa, rispettivamente la mamma e la sorella di Annamaria Sorrentino, raccontano ad InterNapoli.it il dolore per la morte della 29enne che secondo i familiari è ancora senza una spiegazione. Assente alla fiaccolata Paolo F., il marito della donna con il quale ogni forma rapporto con la famiglia di Annamaria è oramai interrotto.