Qual è il rapporto tra gioco d’azzardo e Fisco in Italia? Stando ai numeri più recenti tra quelli che abbiamo a disposizione, sappiamo che in questo settore il gettito corrisponde a poco meno di 10 miliardi di euro ogni anno, una cifra che equivale allo 0.6% del PIL e, soprattutto, a più del 2% del totale delle entrate tributarie.
Al netto delle vincite, il gettito globale ha conosciuto tra il 2006 e il 2010 un incremento più che consistente, per una crescita di oltre 2 miliardi da 6.7 a 8.8 miliardi. Il merito è specialmente dei tassi di crescita molto evidenti del settore dei giochi di nuova generazione, oltre il 17% annuo. A partire dal 2011 in avanti, il gettito si è assestato su una cifra pari a circa 8 miliardi di euro, a dispetto della riduzione del gettito relativo ai giochi tradizionali.

Il confronto con il resto d’Europa

Il nostro Paese ha un livello di tassazione più elevato rispetto ai più importanti Stati della Ue nel corso degli ultimi 10 anni: per avere un’idea della situazione, è sufficiente sapere che il gettito spagnolo in questo ambito è 4 volte inferiore a quello italiano, e lo stesso dicasi per quello tedesco. Prendendo in esame i vari comparti del mondo dei giochi, si può osservare che il gettito delle scommesse negli ultimi 10 anni è stato abbastanza marginale: ciò vuol dire che sono soprattutto i giochi tradizionali come le lotterie e il lotto ad assicurare – non solo nel presente ma anche nel futuro – la stabilità del gettito erariale. Il comparto scommesse ha risentito del cambio di base imponibile più recente, in virtù del quale non è più la raccolta a essere tassata, ma il margine lordo: questo aspetto è ritenuto in grado di favorire una crescita del gettito nei prossimi anni, a cui dovrebbe contribuire la sanatoria che da poco ha fatto emergere i CTD, vale a dire i centri di trasmissione dati.

Le prospettive per il futuro

Ma quali sono gli scenari che si prospettano per il futuro nel settore dei giochi? Sul piano fiscale, è sempre bene tener presente il fatto che la regolamentazione della tassazione si pone l’obiettivo di tutelare l’interesse collettivo e, al tempo stesso, i consumatori. Un eventuale incremento della tassazione consente di condizionare il processo decisionale dei giocatori in maniera positiva.

Come giocare in maniera sicura

casinò che dispongono dell’autorizzazione dell’AAMS assicurano una piacevole esperienza di gioco mettendone in risalto la componente ludica. La slot machine è tra i giochi più popolari, ma sono apprezzati anche i casinò live, attraverso i quali i giocatori hanno modo di confrontarsi in streaming con veri croupier. Baccarà, poker e roulette: i tavoli verdi sono reali, e offrono l’opportunità di immergersi nel clima di un casinò anche stando davanti a uno schermo. L’importante è ricercare sempre il numero di licenza del sito in cui si gioca e il logo AAMS, che deve essere esposto in tutte le pagine del casinò.
Su casinobonusradar.com, ad esempio, trovi una selezione dei migliori casinò online accreditati AAMS, molti dei quali dispongono di un bonus sul primo deposito, quindi oltre che sicuri sono anche convenienti.

Riconoscere i casinò affidabili

Per essere certi di avere a che fare con un casinò affidabile è bene verificare se viene utilizzata la chiave di cifratura SSL-128 bit, che è quella che viene adoperata per l’home banking dagli istituti di credito; in generale, sono indispensabili tecnologie che assicurino la protezione della riservatezza dei dati e che tutelino la privacy degli utenti. In fase di registrazione, ai giocatori deve essere richiesto l’inserimento dei dati personali, che possono essere convalidati unicamente tramite un documento di identità e un codice fiscale. Ciò permette di evitare che a giocare siano minorenni: è necessario, infatti, aver compiuto 18 anni per scommettere o giocare al casinò.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.