Focolaio nel ‘Castello delle Cerimonie’, da oggi tamponi su tutti i cittadini

Focolaio castello delle cerimonie, tampone su tutti i cittadini abatesi [Foto 'darchivio]
Focolaio castello delle cerimonie, tampone su tutti i cittadini abatesi [Foto 'darchivio]

Dalla mattinata di oggi, fino alle 21, i cittadini di Sant’Antonio Abate potranno recarsi presso la propria sezione elettorale per effettuare tamponi o test sierologici. Ad annunciarlo è stata la sindaca Ilaria Abagnale a seguito del focolaio Covid scoppiato in città.

Un altro abatese, intanto, è risultato positivo su un totale di 190 tampone, di cui 70 restano ancora da processare. Altri sei positivi invece rientrano tra gli operatori sanitari. Due sono infermieri, gli altri dipendenti dell’Asl in servizio tra gli ospedali di Castellammare, il Covid- Hospital di Boscotrecase e gli uffici di Nola. A Castellammare, con altri 2 positivi, sono finite in isolamento altre 150 persone: 54 in isolamento domiciliare imposto dall’Asl, mentre altri 100 hanno deciso di mettersi spontaneamente in quarantena.

Coronavirus, focolaio all’ospedale Pellegrini di Napoli: positiva un’infermiera

Un nuovo caso di Coronavirus segnalato all’ospedale Pellegrini di Napoli. Si tratta di un’infermiera: salgono dunque a sette i contagi nel nosocomio della Pignasecca. «Positiva al tampone anche un’infermiera del reparto di Ortopedia, dove negli scorsi giorni 5 pazienti erano risultati positivi al Coronavirus, mentre un sesto paziente positivo, infine, era arrivato martedì sera al Pronto Soccorso del Pellegrini». Lo comunica Antonio Eliseo, segretario Regionale Nursind Campania.

Il sesto caso al Pellegrini

Sulla situazione al Pellegrini poi continua: «Dopo i contagi in ortopedia siamo venuti a conoscenza che anche una infermiera è risultata positiva al tampone. Ancora una volta il comparto sanitario risulta il più esposto ai contagi, ancora una volta chiediamo che si alzi l’asticella della sicurezza sui luoghi di lavoro. Questa è l’ennesima dimostrazione che tutto il personale addetto all’assistenza diretta, siano essi infermieri, ostetriche oppure Operatori Socio-Sanitari è a rischio contagio. Il Decreto Regionale inerente il Bonus Covid che esclude gran parte parte degli operatori sanitari dalla premialità è stato uno schiaffo a tutte le professioni sanitarie. Chiediamo l’immediata verifica “dello stato dell’arte“, soprattutto in merito ai dispositivi di protezione individuale».

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.