Gambizzato per un Rolex ma le telecamere lo smentiscono: nessuna rapina a S. Giorgio a Cremano

Smentito sonoramente dalle telecamere. Il 39enne giunto ieri all’ospedale del Mare con una ferita alla gamba non è rimasto vittima di alcuna rapina almeno non a San Giorgio a Cremano. E’ questo quanto appurato dagli agenti del locale commissariato (vicequestore Pasquale Toscano, commissario Elio Manna) che fin da ieri hanno avviato le indagini. «Nelle scorse ore si era diffusa la notizia di una presunta sparatoria a San Giorgio a Cremano durante un tentativo di rapina di un Rolex ai danni di un39enne che è poi stato medicato all’Ospedale del Mare – dichiara il sindaco Giorgio Zinno. Preoccupati per quanto accaduto, ci siamo immediatamente messi in contatto con la Polizia di Stato  agli ordini del vicequestore Pasquale Toscano. Dalle indagini condotte dagli agenti,  coordinati dal Commissario Elio Manna,  è emerso che il fatto non sarebbe accaduto a San Giorgio a Cremano e che non si tratterebbe neanche della rapina di un Rolex».

Ascoltato dagli inquirenti, Il commerciante di San Giovanni a Teduccio ha riferito in un primo momento di essere stato aggredito in via Pini di Solimene, salvo poi accertare  grazie alle telecamere di videosorveglianza posizionate in quella strada, di non essere mai transitato in quell’area. L’uomo infatti ha ritrattato la versione dei fatti, raccontando ai  poliziotti di essere stato aggredito in via Delle Repubbliche Marinare. «Le indagini sono ancora in corso. Gli inquirenti stanno valutando tutte le ipotesi che chiariranno  la verità sull’ accaduto, ma  voglio rassicurare i cittadini che la nostra città è controllata dalle forze dell’ordine e che grazie alle telecamere di videosorveglianza è stato possibile accertare immediatamente che il fatto non è accaduto a San Giorgio a Cremano. E’ chiaro che non dobbiamo abbassare la guardia. Chiediamo e chiederemo maggiori forze di polizia per monitorare capillarmente il territorio, affinchè  sia chiaro che la nostra città non è un luogo dove si può delinquere”.