Gattino sepolto nella neve, scongelato con l’asciugacapelli: ora sta bene

Era stato trovato congelato, sepolto dalla neve: ma il gattino Fluffy ce l’ha fatta e ora sta meglio. Accade in Canada, dove un gatto, lo scorso 31 gennaio, è stato trovato inerme nella città di Kalispell, in montagna, in cui le temperature erano scese a -13 gradi: i padroni del micio, allarmati e spaventati, lo hanno portato alla vicina clinica per animali.

La sua situazione di salute era drammatica, tanto che i veterinari non riuscivano nemmeno a misurare la sua temperatura corporea, scrive Leggo. Ma dopo poche ore in cui il gatto è stato letteralmente “scongelato” con coperte calde e anche un asciugacapelli, Fluffy ha iniziato a mostrare segni di ripresa: nelle immagini postate sulla pagina Facebook della clinica, si vede il gatto prima congelato, poi in fase di ripresa, infine in forma.

«Straordinario successo per questa storia di sopravvivenza – si legge nel post della clinica – alcuni clienti hanno trovato il loro gatto ferito e sepolto nella neve: lo hanno portato da noi ghiacciato e privo di sensi. La sua temperatura era molto bassa, ma dopo molte ore si è ripresa e ora sta bene: Fluffy è fantastico».