“Così lo cercavano?”, il papà di Gioele pubblica un video delle ricerche

gioele viviana video
Papà Daniele e il piccolo Gioele

Daniele Mondello è ancora sconvolto dopo la morte di Gioele e Viviana. Ieri sera il papà del piccolo ha pubblicato un video con una didascalia polemica: “Questo video me l’hanno mandato. Non so cosa pensare…lo stavano cercando così a mio figlio?”.

Solo il test del dna darà la certezza sui resti umani, ma papà Daniele ha riconosciuto le scarpette blu di Gioele. Restano i sospetti della polizia: quelli trovati nei boschi di Caronia sono i resti del bambino, mamma Viviana è stata trovata morta sotto un traliccio dell’alta tensione, a poca distanza da suo figlio.

LA MAMMA DI GIOELE E LA TELEFONATA AL MARITO

“I primi giorni dello scorso mese di giugno Viviana ha chiamato Daniele dicendo che si sentiva male perché aveva appena ingerito 5-6 pillole. Suo marito l’ha subito accompagnata al Policlinico di Messina dove le è stata fatta una flebo. La volevano ricoverare ma poi lei ha firmato per essere dimessa. Non sappiamo se è stato un tentativo di suicidio”, lo afferma Mariella Mondello, sorella di Daniele e cognata di Viviana Parisi

IL RITROVAMENTO DEI RESTI

I resti mortali ritrovati grazie alla collaborazione di alcuni volontari che proprio il padre aveva richiamato con un appello il 18 agosto. Un ex-carabiniere in pensione ha trovato alcuni resti che potrebbero appartenere al piccolo Gioele. Proprio a soli 200 metri dal guard rail dove è avvenuto l’incidente che ha coinvolto l’auto della madre il giorno della scomparsa il 3 agosto scorso.

Secondo una prima ricostruzione le parti del corpo sarebbero state sparsi vicino all’area interessata dalla scomparsa di madre e figlio, probabilmente trascinati da cani o animali selvatici. Ora si attende l’esito dell’esame del dna che sarà effettuato sabato, in modo che possa stabilire ufficialmente se quei resti appartengano al piccolo.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK