Sgomberato esponente del clan Moccia, nascondeva 30mila euro in casa
Sgomberato esponente del clan Moccia, nascondeva 30mila euro in casa

Oggi è stata condotta una maxi operazione di sgombero della Torre 50 di Tor Bella Monaca, a Roma. Oltre 100 uomini e donne di polizia, carabinieri e guardia di finanza, sono intervenuti nelle prime ore di venerdì per liberare le case popolari dell’Ater, in via Santa Rita da Cascia, da tempo abusivamente occupate. L’operazione, che rientra nella linea di azione voluta fortemente dal prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, riceve il plauso delle istituzioni.

A Tor Bella Monaca cento uomini della Polizia Locale insieme ad altre Forze dell’Ordine hanno sgomberato alcuni alloggi Ater che erano occupati abusivamente. All’interno sarebbero stati trovati anche un esponente del clan Moccia con la moglie. Ora gli appartamenti saranno riconsegnati ai legittimi assegnatari, come è giusto che sia. La lotta per il ripristino della legalità deve andare avanti, sempre #ATestaAlta. Grazie al Minstro dell’Interno Luciana Lamorgese, al prefetto di Roma Matteo Piantedosi, alle Forze dell’Ordine e a tutti coloro che stanno lavorando a questa operazione – ha dichiarato il sindaco Virginia Raggi – La legalità non si ferma. Ecco l’operazione di questa mattina a Tor Bella Monaca, dove sono stati sgomberati alcuni immobili occupati abusivamente. Dopo i Casamonica tocca al clan Moccia,

IL VIDEO DELLO SGOMBERO

SORPRESO L’ESPONENTE DEL CLAN MOCCIA

Secondo l’Adnkronos in uno degli appartamenti Ater occupati abusivamente c’erano Giuseppe Moccia e la moglie. I due sarebbero stati portati in caserma dai carabinieri per accertamenti. Quasi 30mila euro in contanti e pochi grammi di hashish sequestrati dai carabinieri in casa di Moccia. Sequestrati i soldi, per l’esattezza 29.475 euro, e 2,2 grammi di hashish, oltre a materiale per il confezionamento come bustine con la chiusura a pressione.

Giuseppe Moccia, la madre e la compagna, che abitavano all’interno 70, al 13esimo piano, non erano abusivi ma morosi. Inoltre Moccia è stato denunciato dai carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Frascati e della stazione di Tor Bella Monaca per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

SIGILLATI GLI APPARTAMENTI

Ora gli appartamenti saranno sigillati per impedire ulteriori accessi illegali: “con l’obiettivo di assegnarli nei prossimi giorni ai legittimi titolari, secondo l’ordine delle graduatorie comunali”, spiega Massimiliano Valeriani, assessore alle Politiche abitative della Regione Lazio, presente per un sopralluogo.

Un grazie al Prefetto di Roma, alle forze dell’ordine e ad Ater per l’intervento di ripristino della legalità a Tor Bella Monaca contro i clan. Questa mattina all’alba 150 donne e uomini, servitori dello stato, hanno dato il via a una operazione importantissima di contrasto alla mafia. Ora lavoriamo per ridare queste abitazioni a chi ne ha diritto“, scrive il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.