francesco gallo boss camorra Torre Annunziata serie tv gomorra
A sinistra Francesco Gallo, a destra una foto di scena di Gomorra

Boss di camorra condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione: affittò la sua villa per girare le scene della serie Gomorra. Come riporta il Mattino Francesco Gallo è stato condannato in ultimo grado di giudizio per associazione di stampo mafioso, traffico internazionale di droga e porto di armi. Si tratta di Francuccio ‘o Pisiello boss del clan Gallo-Cavalieri che opprimeva il Rione Penniniello di Torre Annunziata. Gallo si trova attualmente al regime di carcere duro.

L’AFFITTO DELLA VILLA DI GOMORRA, CATTLEYA AMMISE L’ERRORE

Il caso mediatico si abbatté sulla produzione di Gomorra. Nell’ottobre del 2014 Riccardo Tozzi, presidente della casa cinematografica Cattleya, ammise: “Ci siamo trovati a girare in una realtà del tutto particolare dove probabilmente altre produzioni avrebbero lasciato perdere. Lavorare a Napoli, se non si conosce la realtà totalmente diversa dal resto d’Italia, è pressoché impossibile. Basti pensare alla difficoltà nel trovare le diverse location a causa di affittuari spesso collusi con la malavita“. Il tutto avvenne nel marzo 2013 quando la Cattleya siglò un regolare contratto di fitto da 30mila euro per riprendere alcune scene importanti all’interno della villa. Le telecamere di Cattleya immortalarono la cosiddetta Casa Savastano, proprio negli ambienti in cui si muovevano i personaggi di Gomorra Pietro e Genny. Si tratta degli episodi della prima stagione della fortunata serie-tv andata in onda su Sky. Già dal capitolo successivo gli ambienti cambiarono, infatti, i due Savastano si muovevano tra il rifugio a Scampia e le ambientazioni romane.

Nell’aprile del 2013 nell’ambito dell’operazione Mano Nera arrivò l’arresto di Francesco Gallo e il conseguente sequestro dell’abitazione con utilizzo lasciato ai tre figli. In quell’occasione affidarono la gestione dell’immobile d un amministratore giudiziario che percepì per conto dello Stato il pagamento delle restanti quote dell’affitto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.