Minacce choc all’ex: «Ti darò fuoco prima di Natale». Arrestato stalker nel Vesuviano

Immagine di repertorio

«Ho paura ma non per me ma per le mie due figlie. Mi pento di una scelta che si è rivelata sbagliata e che oggi ha messo in pericolo tutta la mia famiglia». Queste le parole di Giulia (nome di fantasia) riportate da ‘Metropolis’. Nel 2013 la donna iniziò una relazione con un 53enne, terminata lo scorso anno dopo una lunga convivenza. Conosciuto in una chat social, Giulia inizio a ricredersi sull’uomo quando gli venne notificata una misura cautelare: gli arresti domiciliari. «La nostra relazione è terminata quando al mio ex è stata notificata una misura cautelare: arresti domiciliari. Sono rimasta sconvolta e lui ha cercato di giustificarsi dicendo che si trattava di una rissa in cui era stato coinvolto, quando lavorava come buttafuori in un locale» racconta la donna.

Il racconto choc

«“Ti do fuoco a te e all’auto”, “Spezzo le gambe a te e a lui”, “Non arriverai a Natale”, “Conta i giorni sta arrivando il tuo momento”. Non credevo che potesse succedere a me, ora capisco cosa significa svegliarsi e addormentarsi ogni giorno con la paura di essere la prossima vittima di femminicidio. Domenica sera è rimasto sotto casa dalle 21 alle 22, fino a quando i carabinieri sono arrivati e lo hanno arrestato. In quell’ora mi ha contattato almeno 200 volte, perché era convinto che con me c’era anche il mio compagno».