I trucchi per migliorare il sapore delle tue ricette al microonde

Il microonde può essere il tuo migliore amico, se sai come usarlo. Spesso infatti ci limitiamo a utilizzarlo per riscaldare gli avanzi o cucinare alcuni precotti. Queste cattive abitudini sono probabilmente alla base del falso mito che vuole le ricette al microonde più adatte a un pasto veloce che a ricette gustose.  Ma non c’è nulla di più falso! La verità è che, con i trucchi giusti, il microonde potrà aiutarti a realizzare ottimi piatti risparmiando tempo, energia elettrica e pentole. Vediamo come.

A ogni cibo il suo contenitore

Forse non lo sapevi, ma il piatto che hai messo in frigo con la cena di ieri non è il solo oggetto che puoi inserire nel tuo forno a microonde. Al contrario, imparare quale sia il miglior contenitore per ciascun alimento è il primo passo per una cottura ottimale. Ad esempio, ti hanno sempre detto che non puoi mettere le uova nel microonde. Anche se si tratta di un consiglio che ha un suo fondo di verità, se vuoi approfondire puoi leggere questo articolo del Fatto Quotidiano, non è esattamente così.

Le uova infatti tendono a scoppiare, quindi se vuoi evitare di eliminare residui di guscio per le prossime due settimane, è meglio dotarti di un apposito cuociuova. Si tratta di contenitori, singoli o multipli, a chiusura ermetica che consentono una cottura perfetta e senza danni. Circa sette minuti per le uova sode, cinque per le uova alla Benedict da mettere sull’avocado toast e il gioco è fatto.

Pizza, frittata e pane scongelato

Come le uova, fanno parte della categoria “non si può”. Come le uova, non è del tutto vero. Certo, se metterete su un piatto piano una di queste tre cose, pane e pizza avranno la consistenza di una spugna bagnata, e auguri per chi vorrà provare a scollare la frittata dal piatto. In realtà, tutti i produttori di microonde ormai offrono, in dotazione o come accessorio esterno, il piatto crisp con l’apposita pedana. Si
tratta di una teglia antiaderente di forma rotonda che, scaldandosi, elimina l’acqua in eccesso dai surgelati e impedisce fastidiosi attaccamenti. Posizionandola sulla piattaforma e attivando la funzione grill, inoltre, sarà possibile anche fare una gustosa crosticina di formaggio sulla pizza o sulle lasagne surgelate. I virtuosi della dieta lo utilizzano anche per realizzare patatine fritte light.

La giusta funzione per i surgelati

Non coltivate la speranza ottimistica di poter scongelare con il tasto di accensione rapida. Con ogni probabilità vi ritrovereste con un alimento ibrido, congelato dentro e bruciato fuori. La modalità di scongelamento corretta impone una temperatura non troppo alta. I forni a microonde moderni prevedono diverse funzioni defrost, spesso modulabili in base al tipo di alimento, e quasi sempre in base al peso, per facilitarvi al massimo l’operazione. Puoi trovare una classifica dei forni a microonde moderni su LaTop10.
Basterà leggere sul libretto di istruzioni la modalità più corretta per il piatto che intendete scongelare e il gioco è fatto. Questo accorgimento vale anche per la carne: il tasto di accensione rapida è ottimo per riscaldare velocemente quasi tutto, ma alcuni alimenti tendono a seccarsi, quindi sono più consigliabili temperature medio basse per un tempo prolungato anziché 30 secondi al massimo della potenza.

Mantieni i cibi idratati

Cucinare una gustosa patata al forno richiede circa 60 minuti a 200 gradi. Oppure 10 minuti in microonde. Il risultato è esattamente identico, ma avrai risparmiato tempo ed energia elettrica variando solo minimamente la ricetta. Come probabilmente già sai, non è possibile inserire l’alluminio nel microonde, perché i materiali riflettenti possono danneggiare l’apparecchio. Tuttavia, inserire le patate senza coprirle significa ridurne significativamente l’idratazione. Questo in realtà vale per tutti i cibi cotti in acqua, come
pasta o riso, che tendono a seccarsi se non avvolti almeno in un tovagliolo di carta. Per una cottura ottimale puoi anche inserire un bicchiere d’acqua, che libererà vapore.

I salvadieta

Abbiamo già parlato delle patatine fritte light. Quello che non sai ancora è che puoi realizzare anche chips e verdure al vapore in modo facile e veloce. Per le patatine chips ti basta tagliare le patatine a rondelle sottili e disporle sul piatto crisp o nell’apposito contenitore. Per le verdure, è sufficiente tagliarle in pezzi omogenei e coprire il contenitore con la pellicola trasparente adatta al microonde. Ma non solo: con il piatto crisp puoi realizzare dell’ottima pancetta light facendo sciogliere il grasso sotto il grill, e con il
contenitore cuociriso avrai dell’ottimo riso in bianco in pochi minuti e senza sporcare nulla. Ora che sai tutto, ma proprio tutto, sulla cottura al microonde, non ti resta che sbizzarrirti!