Il grande cuore della Campania, Rosa apre salumeria di notte dopo lo sbarco dei migranti:”Siamo tutti umani”

Rosa., la salumiera di Nerano
Rosa., la salumiera di Nerano

Hanno attraversato le acque di Punta Campanella per giungere a Nerano, dove sono recentemente sbarcati nelle acque della Campania, fra Sorrento, Capri e Positano in Costa d’ Amalfi, a Ieranto,  dopo Punta Campanella, nel pomeriggio di ieri. Sono 16 persone (14 uomini e 2 donne) di nazionalità irachena e afgana che, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri della stazione locale, sarebbero sbarcati su due barconi di cui, al momento, non vi è alcuna traccia.

La Capitaneria di Porto è stata allertata e sono scattate le prime procedure di accoglienza. I migranti sono stati sottoposti a tampone e alle prime cure da parte dei sanitari. Sono stati poi identificati e assistiti anche dai residenti del posto. Una signora ha riaperto la sua salumeria per preparare dei panini.

In serata sono stati poi fatti salire su un bus privato e portati in un centro d’accoglienza presente nella zona. Il sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli, ha dato loro asilo nella Sala delle Sirene del Comune in attesa di stabilire domani dove verranno collocati. Sono state anche attivate le procedure per sottoporli alla profilassi dei tamponi e per identificarli. La Guardia Costiera sta ispezionando la zona dello sbarco per individuare eventuali altre imbarcazioni e anche per capire il perché di questo sbarco in una zona insolita.

Intervistata da FanPage, Rosa, la salumiera che ha dato assistenza ai migranti, ha detto: “Il cibo e l’acqua? Ma a me pare normale, ma chi nega l’acqua e il cibo? Sono esseri umani e io sono un essere umano. Mi sono solo comportata da essere umano”