28.5 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Il pentito Ferro: “Chi gestisce le piazze di spaccio di Licola, rione Traiano e Monterusciello”


E’ stato il pentimento del boss Antonio Ferro a mandare in carcere i gestori delle piazze di spaccio dei Longobardi-Beneduce. Così erano divisi i ruoli: a Davide De Felice spettava la piazza del Rione Toiano; Alfonso Di Bonito quella del lotto 9 di Monterusciello; Giuseppe Trincone la piazza di spaccio di cocaina nei 600 alloggi; Nicola Vallozzi gestore della piazza di spaccio di marijuana a Licola Mare. Sono stati i carabinieri della compagnia di Pozzuoli hanno eseguito   un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal tribunale di Napoli -sezione riesame- in accoglimento del ricorso in appello presentato dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea nei confronti degli  indagati, tutti già noti alle forze dell’ordine e ritenuti affiliati al clan camorristico dei “Longobardi-Beneduce”, operante a Pozzuoli, Quarto e aree limitrofe.

Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti con l’aggravante di finalità mafiose. Sono stati arrestati  Cozzolino Paolo, 43 anni; Di Bonito Alfonso, 42 anni; Amirante Gennaro, 39 anni; Nizzolini Antonio, 40 anni, era agli arresti domiciliari in via Seneca.; Vallozzi Nicola, 37 anni, era agli arresti domiciliari in via Dentice; Trincone Giuseppe, 62 anni, era agli arresti domiciliari in via Marcello Nizzoli.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Turista rapinata del Rolex a Napoli, l’assalitore preso dopo la fuga al mare

Turista rapinata del Rolex a Napoli, l'assalitore preso dopo la fuga al mare. Nel pomeriggio dell’11 agosto in via...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria