Catello Maresca oltre la toga: l’amore per Higuain, il ’21’ nel destino ed un passato da politico

Catello Maresca
Da un passato (e forse un futuro) in politica all'amore per il Napoli con un numero nel destino

Per tutti è il magistrato che ha permesso l’arresto del superboss dei Casalesi Michele Zagaria, ma Catello Maresca è anche tanto altro. Da giorni il nome del Pm napoletano è sulla bocca di tutti: Maresca candidato alla presidenza della Regione Campania.  E’ il desiderio di migliaia di ammiratori, ma forse anche un’aspirazione per il magistrato.

Maresca pronto a candidarsi alla presidenza della Regione Campania, ma il come è un rebus

Maresca non ha mai smentito questa ipotesi che anzi è stata da lui stesso avvalorata più volte negli ultimi giorni. A capo di una coalizione di liste civiche o in rappresentanza di una squadra eterogenea allargata anche ai partiti? E’ la domanda che in tanti si pongono e che nella prima decade di giugno potrebbe ricevere una risposta chiara e definitiva.

21, il numero magico che lega il magistrato alla politica

Una cosa è però certa ed in pochi sanno, a legare Maresca alla politica c’è un numero. Una sorta di numero magico che lo ha accompagnato nella sua prima esperienza in politica. Catello Maresca ha, infatti, già prestato il suo nome alla politica, ancor prima di divenire magistrato. Aveva appena 21 anni quando risultò eletto al consiglio comunale di San Giorgio a Cremano. Era il 21 novembre del 1993. Ventuno è un numero ricorrente nella brevissima storia politica di Maresca: eletto a 21 anni il 21 di novembre. Ed ancora il 21 potrebbe sancire il suo ritorno sulla scena.  Qualora dovessero essere confermate le date dell’election day, proprio il 21 (agosto) ci sarebbe la consegna delle liste per le Regionali del 20 e 21 (sic!) settembre.

Il 9 tendente a 21: il regalo di Higuain al tifoso Maresca

Se il 21 è un numero che lega il magistrato alla politica, c’è un altro numero che ha fatto impazzire il Catello Maresca tifoso ed è il 9. Nel suo studio, il Pm ha, infatti, esposto in bella mostra la maglia del Napoli di Gonzalo Higuain con tanto di dedica. Quella dell’anno dei record, prima di passare alla Juventus, dove quest’anno indossa, guarda caso, la maglia numero 21.

“21 vittoria, grande baldoria”, era un’espressione ricorrente nel film di Robert Luketic, dove un gruppo di studenti universitari sbancava al blackjack nei casinò americani proprio a suon di 21. Se il Maresca politico (qualora decida davvero di candidarsi) possa sbancare al momento non è dato sapersi, di certo è che la sola ipotesi ha creato baldoria (nell’eccezione positiva del termine, naturalmente) con decine di pagine e gruppi social che pullulano di follower del pm.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK