24 C
Napoli
mercoledì, Ottobre 5, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Indagine sulla morte della piccola Vittoria, il pm scagiona i bagnini


Continuano le indagini per ricostruire la verità sulla morte di Vittoria Scarpa. La piccola sarebbe stata da sola per circa un’ora e poi ritrovata annegata in mare. Mamma Mina è indagata per abbandono di minore, atto dovuto disposto dalla Procura di Torre Annunziata per poter effettuare i rilievi sul suo telefonino. Intanto si attende l’esito dell’autopsia sul corpo della bimba. Come riporta il Mattino il pm ha scagionato i bagnini, inizialmente additati di essere in pausa pranzo durante la scomparsa della piccola.

UN CORPICINO ALLA DERIVA

Il suo corpo ha vagato solitario per alla deriva. Vittoria ritrovata, quando ormai aveva perso conoscenza, di fronte alla torretta di avvistamento del bagnino in uno dei lidi di Torre Annunziata. In mare ad un’ottantina di metri di distanza dalla spiaggia in cui la bimba di 5 anni è arrivata, sabato mattina, tenendo per mano la madre, che portava anche il passeggino con la sorellina di tre mesi.

La donna ha chiesto ai medici di poter vedere per l’ultima volta la figlia. Un modo per darle l’ultimo saluto. Un abbraccio, una carezza e la sistemata ai capelli ancora bagnati della bambina. A Torre Annunziata è lutto per una comunità devastata dall’accaduto. Anche la Commissione Straordinaria della Città di Torre Annunziata ha espresso sentimenti di commossa partecipazione al lutto che ha colpito la famiglia della piccola Vittoria e, anche a nome della comunità Torrese, la più sentita e affettuosa vicinanza per l’immane tragedia subita.

L’ultimo desiderio della mamma di Vittoria

Domenica è stata ascoltata a lungo la mamma Mina che ha ricostruito agli inquirenti l’intera mattinata di sabato. Dal momento in cui la piccola giocava lungo la battigia a quando è scomparsa e le ricerche avviate in spiaggia per ritrovarla. Tante le testimonianze raccolte dai militari di Torre Annunziata, tra cui quella dei nonni e della zia Rosa, ancora sconvolti per quello che è accaduto. Ha spiegato che Vittoria si era allontanata per giocare sul bagnasciuga mentre lei accudiva la sorellina neonata. Poi ha realizzato che la figlia non era più lì dove l’aveva lasciata e ha iniziato a cercarla.

Bisognerà capire quanto tempo sia passato dall’ultima volta che la donna ha visto la bambina a quando ha iniziato a cercarla. Potrà essere utile accertare l’ora esatta del decesso della bimba, probabilmente trovata già morta dai medici che hanno comunque provato per lungo tempo a rianimarla; così come potrà essere utile l’analisi di alcuni smartphone acquisiti per stabilire a che ora sia stato lanciato il primo allarme.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Bollette triplicate, i disoccupati di Napoli bruciano le fatture: “Non possiamo pagarle”

Le cifre esorbitanti delle bollette di luce e gas hanno destato tra i napoletani disoccupati la necessità di ribellarsi....
- Pubblicità -

Nella stessa categoria