La mamma di Sibillo contro Sky: “Per la legge era un camorrista, per me era altro”. Sta destando molto scalpore ‘ES17 – Dio non manderà nessuno a salvarci’, documentario incentrato sulla vita di Emanuele Sibillo. Il film-inchiesta è andato in onda domenica scorsa alle 23 su Sky Atlantic e su Sky Tg24. Es17 è nato da un’idea di Roberto Saviano ed è stato realizzato dalla Divisione Digitale del Gruppo Gedi, scritto dalle giornaliste Diana Ligorio e Conchita Sannino. Il documentario è teso al racconto anche gli aspetti più personali della vita Sibillo, utilizzando anche foto e video girati dal giovane e dalla sua fidanza Mariarka.

IL POST DELLA MAMMA DI EMANUELE

La mamma di Sibillo ha scritto un durissimo post contro il documentario: “Tutti sappiamo che questo documentario su mio figlio Emanuele non l’avrei mai autorizzato. Tutto questo è stato fatto a mia insaputa. Si continuano a calpestare i miei sentimenti, facendomi ritrovare davanti a gli occhi una scena straziante. E’ un dolore disumano e crudele. Avrei preferito ricordare solo i bei momenti e custodirli gelosamente nel mio cuore. Io non giustifico le scelte di vita di mio figlio, ci mancherebbe. E so bene che per la legge mio figlio è stato un camorrista, ma io sono onorata di essere stata sua mamma perché Emanuele era anche altro. Grazie per avermi ferita ancora di più” conclude Anna Ingenito.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.