Massimo Panzeri, sindaco di Merate
Massimo Panzeri, sindaco di Merate

Ha suggerito in diretta Facebook, ai suoi cittadini, come eludere i controlli anti-Covid. Il sindaco di Merate Massimo Augusto Panzeri, quota Lega, è stato rinviato a giudizio e a novembre verrà processato per quanto detto lo scorso maggio, in pieno lockdown. Nell’occasione, nel rispondere alla domanda di una cittadina, le suggerì cosa rispondere in caso di controlli, per evitare multe o denunce.

“Se la fermano non dica che sta facendo un giro in auto, piuttosto dica che sta andando a trovare un parente o un amico”, aveva consigliato ad un disabile che, non potendo camminare, chiedeva se poteva fare un giro in auto.

E ancora, ad una cittadina che voleva portare ad aggiustare un elettrodomestico:Dica che sta andando a fare la spesa. Ci sono tanti modi per ‘aggirare’ tra virgolette queste norme, visto che è impossibile controllare in modo puntuale…”.

Le parole del sindaco di Merate Massimo Augusto Panzeri

L’uomo è accusato di istigazione alla violazione di una legge di ordine pubblico, aggravata dalla sua funzione di sindaco. Massimo Augusto Panzeri che ha deciso di non ricorrere a riti alternativi. «La mia buona fede è testimoniata dall’intera diretta Facebook, ancora visibile in rete spiega il sindaco -. Non l’ho rimossa perché desidero che tutti possano vedere quanto accaduto. Sotto accusa trenta secondi su 25 minuti complessivi di dialogo con i cittadini in cui ho ribadito ripetutamente l’importanza di rispettare le regole. Invitando i meratesi a mantenere tutte le precauzioni e ad accettare gli ultimi sacrifici. Ammetto che i due passaggi incriminati potevano essere affrontati con più cautela, ma di fronte a un disabile rinchiuso in casa da mesi mi sono trovato in difficoltà. Non c’era dolo, non c’era istigazione». Il processo si aprirà l’8 novembre.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.