Matrimonio clandestino nel Napoletano

Banchetto di matrimonio «clandestino» nel Napoletano: 13 persone hanno ricevuto una sanzione amministrativa; sono state soprese in una villa per ricevimenti dai carabinieri della stazione di Roccarainola. I militari hanno notato un cameriere all’ingresso della struttura che attendeva verosimilmente gli ospiti. All’interno alcuni tavoli già imbanditi e nel patio esterno un ricco buffet. Multati per violazioni alla normativa anti-covid i due sposini, gli invitati, il proprietario della tenuta con i camerieri e il cuoco. L’attività sarà sospesa.

Da oggi la Campania è in «zona gialla» e il comando provinciale carabinieri di Napoli ha disposto il massimo impulso nei controlli di questo fine settimana nel contrasto al fenomeno epidemico Covid-19. Decine le pattuglie impiegate che hanno setacciato le zone di maggior afflusso, massimo impegno anche e soprattutto nelle ore del «coprifuoco» imposto dalle normative anti-covid.

«Le verifiche dei carabinieri – sottolineano al Comando provinciale – sono caratterizzate come sempre dal buon senso anche se in taluni casi si è dovuto contestare l’inosservanza per il vero obiettivo da perseguire: la limitazione del contagio».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.