Testimone avrebbe molestato la sposa, rissa al pranzo nuziale c'è il rinvio a giudizio
Testimone avrebbe molestato la sposa, rissa al pranzo nuziale c'è il rinvio a giudizio

A maggio aveva fatto il giro del web il video di un matrimonio finito in rissa a Specchia, in provincia di Lecce. In quella occasione il testimone e sposo si presero a calci e pugni. Ora il primo, un 26enne, è accusato di aver molestato la sposa durante il pranzo nuziale e rischia di finire sotto processo. Come scrive il Quotidiano di Puglia, infatti, il pubblico ministero Luigi Mastroniani ha chiesto per lui il rinvio a giudizio con l’accusa di violenza sessuale.

LA RISSA AL MATRIMONIO E IL VIDEO

La lite iniziò nel locale dove si tenne il ricevimento per poi continuare in strada. Dalle immagini si possono ascoltare anche le urla degli invitati. Le botte da orbi terminarono solo con l’arrivo dei carabinieri. I due erano poi finiti al pronto soccorso per accertamenti, ma non avevano riportato gravi ferite.

All’epoca, erano state avanzata l’ipotesi di un tradimento ma la sposa aveva negato. Il video, che riprendeva il tentativo dei partecipanti di dividere sposo e testimone, era diventato virale. Pochi secondi di urla, spintoni, tirate di capelli e incredulità dei passanti.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.