Melito. Convocazione del Consiglio: il mistero dei protocolli tra Marrone, Amente e Rella

Battaglia a suon di ‘protocolli’ questa mattina al Comune di Melito. I protagonisti sono stati, in ordine, il sindaco Antonio Amente, il Vicepresidente del Consiglio Valentina Rella e il Presidente del Consiglio Nunzio Marrone.

A dare il via alla “giostra” di atti ufficiali è stato proprio il Presidente dell’Assise che, ravvisando un “vizio” nella procedura di presentazione degli atti del prossimo consiglio comunale, ha ritenuto opportuno comunicare l’annullamento della seduta convocata per il prossimo 8 novembre. “Tale determinazione – ha scritto Marrone nel documento – deriva dall’ulteriore verifica dei fascicoli depositati in segreteria, per i quali al momento della convocazione erano in corso di completamento le procedure di espressione dei dovuti pareri di regolarità tecnica e contabile ed il conseguente deposito degli atti”. Atti presenti nell’apposito fascicolo solo nella tarda mattinata di lunedì. Ieri mattina, infatti, era stato il capogruppo Pd, Venanzio Carpentieri, a rendere nota l’assenza della documentazione così come previsto dal regolamento. Consiglio comunale rimandato e tutto rinviato a nuova discussione.

La decisione del sindaco Amente

Ciò che segue è un vero e proprio valzer di richieste e documenti protocollati nella Casa Comunale. A scatenare l’effetto domino è stato il primo cittadino Antonio Amente “constatata l’assenza del presidente del consiglio” – passaggio che creerà non poche polemiche – ha provveduto a chiedere ufficialmente a Valentina Rella, Vicepresidente del Consiglio, di convocare con urgenza una nuova conferenza dei capigruppo in previsione di una nuova convocazione del consiglio comunale, appena annullata dal suo collega Marrone.

Puntuale, dopo pochi minuti – passa solo un documento tra le due comunicazioni – arriva la convocazione “richiesta” dalla Vicepresidente Rella, come indicato da Antonio Amente.

Nel pomeriggio, però, si concretizza un vero e proprio “giallo”: è lo stesso presidente Marrone a smentire sindaco e Vicepresidente. “Apprendo solo ora che è stata convocata la conferenza dei capigruppo dal vicepresidente Rella Valentina a seguito di una nota scritta e firmata dal Sindaco in cui viene dichiarata, a mia insaputa, la mia assenza, dando una motivazione non giusta dato che sono presente e né mi è pervenuta altra comunicazione, pertanto la suddetta convocazione non corrisponde a criteri di veridicità”. Con queste parole, dunque, il direttore delle attività consiliari ha sostanzialmente smentito le comunicazioni del suo vice e del sindaco Amente.

Un vero e proprio “giallo” andato in scena nelle stanze della casa comunale di via Di Giacomo che, nel tardo pomeriggio, è stato arricchito della versione dei fatti del primo cittadino, Antonio Amente: “In accordo con il Presidente Nunzio Marrone, questa mattina abbiamo concordato la convocazione, nel pomeriggio, di una nuova conferenza dei capigruppo. Uscito dalla mia stanza, però, non l’ho più visto né sentito, né, tantomeno, ha proceduto alla convocazione della riunione dei rappresentanti delle forze politiche. Ho provato più volte a mettermi in contatto con lui senza alcun esito. Per questo, data l’importanza del prossimo Consiglio comunale e degli impegni che siamo chiamati a rispettare, ho sollecitato la vice presidente Valentina Rella ad assumere le sue funzioni”.