Napoletani scomparsi in Messico, scarcerato il boss responsabile del rapimento

Josè Guadalupe Rodriguez Castillo alias ‘el Quince‘, arrestato nel luglio del 2018 con l’accusa di essere il responsabile della sparizione dei tre napoletani poi venduti ai Narcos dalla Polizia Municipale di Tecalitlan è tornato in libertà”. A dare la notizia è l’avvocato Claudio Falleti rappresentante per l’Italia dell’Organizzazione Mondiale degli Avvocati e legale delle famiglie di Raffaele e Antonio Russo e di Vincenzo Cimmino.

“La fonte è certa, – spiega Falleti – così come lo sono i giornali messicani i quali riferiscono anche che il Quince e i suoi uomini si sono resi responsabili di un’imboscata ai danni di 40 poliziotti, lo scorso 15 ottobre 2019, avvenuta nella comunità di Aguaje, comune di Aguililla, a Michoacán. Nell’agguato ne sono stati uccisi 13 e molti sono i feriti. Abbiamo bisogno che qualcuno abbia il coraggio di interessarsi veramente della vicenda, perché la questione riguarda poliziotti messicani, rappresentanti dello Stato, che vendono cittadini italiani per 43 euro”. (ANSA).