Pacchi da 150 euro imposti dal clan, 500 commercianti di Melito e Mugnano vittime del racket degli Scissionisti
Pacchi da 150 euro imposti dal clan, 500 commercianti di Melito e Mugnano vittime del racket degli Scissionisti

Gadget di Natale, pacchi, pubblicità e altri prodotti natalizi imposti dal clan Amato-Pagano, con l’ausilio dell’ex presidente Aicast Antonio Papa, ai commercianti di Melito. Una pratica che è andata avanti per diversi anni, dal 2014 al 2018, come accertato dagli inquirenti nell’ultima ordinanza che ha portato all’arresto di 31 persone. Secondo i magistrati gli Scissionisti imponevano agii operatori commerciali di Melito e di Mugnano, l’indebito acquisto di gadget/pacchi/pubblicità in occasione delle festività natalizie anno.

Ciascun pacco, contenente materiale pubblicitario di strano valore, aveva il costo di 150 euro, ridotto a 100 euro per alcune vittime. In particolare, su disposizione di Antonio Papa e Giuseppe Pellecchia, che avevano l’elenco delle attività commerciali operative sul territorio, c’era una divisione in gruppi. Sanguinetti, Nastro, Liberti si recavano nei negozi di Melito mentre Liccardo, Chianese, Sinistro in quelli di Mugnano.

Proponevano ai titolari degli esercizi commerciali l’acquisto della merce, lasciando intendere che agivano per conto degli Amato-Pagano. In caso di rifiuto non facevano nessun’altra minaccia ma riferivano tutto agli Scissionisti indicando il nome dell’esercente commerciale che aveva rifiutato l’acquisto. Il materiale pubblicitario (accendini, calendari, penne) conteneva prodotti di scarso valore. Al business, negli anni seguenti, si sono aggiunti Riso, Chiariello e Cristiano, i quali avevano avuto da Papa l’elenco delle attività commerciali di Melito, circa 500, per un incasso complessivo di circa 90mila euro. Il modus operandi era sempre lo stesso.

Anche nel 2018 i soggetti imposero il racket di Natale ai commercianti attraverso l’acquisto di gadgets e pacchi pubblicitari.

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.